Clement-Barbosa-Ubaldi: tris all’Empoli e seconda vittoria consecutiva per i biancazzurri

I biancazzurri dimenticano in fretta la sconfitta contro il Genoa e collezionano altri punti in campionato, battendo per 3-1 un Empoli aggressivo, ma poco brillante in zona gol. I ragazzi di mister Cottafava interpretano bene la partita, aggredendo al momento giusto il loro avversario senza perdere mai la concentrazione in difesa: quest’atteggiamento porta alla seconda vittoria consecutiva.

La SPAL resta fedele al 3-5-2, con Clement e Gabriel Barbosa (al debutto da titolare) in attacco, mentre mister Zauli sceglie per i toscani un 4-3-3 molto rapido e veloce, facendo affidamento sui terzini a supporto del tridente offensivo. Dopo il fischio d’inizio alla SPAL bastano sei minuti per sbloccare il risultato: Spaltro pesca Clement nell’area avversaria con un passaggio chirurgico e l’attaccante anticipa tutti, calcia in porta e gonfia la rete. Gli spallini non perdono tempo e tengono i ritmi alti fin da subito, costringendo l’Empoli nella propria metà campo. I toscani pazientano fino al primo contropiede utile e lo sfruttano nel migliore dei modi: al 18’ Ricchi intercetta un passaggio per Imbrenda, falciato dalla difesa, e batte Seri, pareggiando i conti. La SPAL incassa il colpo e risponde, continuando a tenere alto il baricentro. Al 20’ Gabriel Barbosa stoppa al volo un passaggio di De Angelis e con una girata centra lo specchio impegnando Meli, che devia in corner. L’appuntamento col gol è solo rimandato e dopo cinque minuti lo stesso Gabriel Barbosa si getta sulla sfera, carambolata in area dopo un cross di Artioli, ed insacca il gol del raddoppio. L’attaccante brasiliano sfiora la doppietta al 28’, deviando sull’esterno della rete il colpo di testa del compagno Renato Barbosa. Nel finale l’Empoli prova ad alzare la testa e torna a farsi vedere nell’area ferrarese: al 42’ Ricchi crossa per Imbrenda, che di testa centra lo specchio ma trova Seri a negargli il gol del pareggio. Dopo un paio di minuti di recupero il primo tempo termina sul 2-1 per la SPAL, che amministra il vantaggio senza scoprirsi troppo.

Nella ripresa l’Empoli scende in campo con un altro spirito e cerca di agguantare il pareggio pressando alti i biancazzurri, ma il primo brivido è spallino. Al 9’ Clement riparte in velocità e brucia la difesa avversaria, arriva nell’area toscana e prova a scartare Meli: il portiere lo anticipa bloccando il pallone e tiene in gioco la sua squadra. Ora è l’Empoli a fare la partita e la SPAL difende il vantaggio, in attesa di un contropiede. Al 25’ Artioli pesca Barbosa nell’area piccola con un cross dalla sinistra, ma l’attaccante colpisce di testa e trova solo i guanti di Meli. Al 39’ arriva un’altra occasione per l’Empoli: sugli sviluppi di un corner la sfera finisce sui piedi di Tehe, che calcia verso lo specchio ma trova Seri a dirgli di no. Al 45’ è sui piedi di Ubaldi il match point: sfruttando un contropiede l’attaccante supera i centrali toscani e cerca la porta con un tiro a giro che sfiora il palo esterno. La gioia del gol è solo rinviata: al 48′ lo stesso Ubaldi, dopo una ripartenza veloce, calcia dal limite e piazza la palla nel sette, chiudendo la partita. Dopo cinque minuti di recupero l’incontro termina 3-1 per la SPAL, che soffre un po’ troppo nel finale ma non sbaglia quasi mai e trova la seconda vittoria consecutiva.

“Volevo partire forte nel primo tempo perché immaginavo che nella ripresa avremmo pagato i 120 minuti giocati a Genova: infatti il nostro recupero non era completo, ci sono stati diversi crampi e siamo andati in difficoltà contro una squadra che oggi ha giocato bene” commenta mister Cottafava, che non trattiene tutta la sua soddisfazione: “Avevo preparato la partita in questo modo, cercando di reagire con qualche ripartenza nei momenti difficili, perché sapevamo che non avremmo potuto fare tutta la partita a grandi ritmi: si tratta pur sempre di ragazzi che hanno 17-18 anni e nell’ultima settimana c’è stato un grande dispendio energetico e fisico. Si dice che vincendo si migliora ed anche se oggi abbiamo sbagliato tanto sono soddisfatto: questo è stato un passo in più, ma il cammino è ancora lungo. Oggi i ragazzi hanno risposto bene e sono soddisfatto, sicuramente è stato un successo meritato”.

SPAL-EMPOLI 3-1 (p.t 2-1)

SPAL (3-5-2): Seri; Scarparo, Cannistrà, Renato Barbosa; Spaltro, De Angelis (dal 14’ s.t. Cantelli), Maranzino, Ljubic, Artioli (dal 40’ s.t. Coulange); Gabriel Barbosa (dal 27’ Ubaldi), Clement. A disp.: Balboni, Aguiar, Vitale, Parolin, Soverini, Petrovic, Boccafoglia. All.: Cottafava.

EMPOLI (4-3-3): Meli; Ricchi, Curto, Bianchi, Gautieri; Scapin, Viligiardi (dal 14’ s.t. Belardinelli), Perretta (dal 35’ s.t. Apolloni); Tehe, Zelenkovs, Imbrenda (dal 31’ s.t. Dos Santos). A disp.: Jorio, Becagli, Belardinelli, Ricci, Salvini, Zini. All.: Zauli.

ARBITRO: sig. Marcerano di Genova; assistenti: Fantino di Savona e Margheritino di Savona.
RETI: al 6’ p.t. Clement (S), al 18’ p.t. Ricchi (E), al 25’ p.t. Gabriel Barbosa (S), al 48′ s.t. Ubaldi (S).
AMMONIZIONI: nessuna.
NOTE: campo in erba sintetica, cielo sereno. Angoli: 2-12. Recupero: 2’ p.t., 5’ s.t.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0