Premio Scopigno a Semplici, il mister ribadisce: Vogliamo smentire chi ci dà per retrocessi

L’ennesimo riconoscimento per Leonardo Semplici arriva da Amatrice nella serata di lunedì, nell’ambito della manifestazione Scopigno Cup. Ad ulteriore conferma degli splendidi risultati ottenuti nella passata stagione, il tecnico toscano è stato premiato come miglior allenatore dell’anno della serie B per la stagione 2016-17. Una prestigiosa e qualificata giuria di giornalisti sportivi e addetti ai lavori ha assegnato all’allenatore biancazzurro il premio con la seguente motivazione: “Per aver riportato in serie A la Spal dopo 49 anni di assenza, conseguendo la promozione dalla B un solo anno dopo averla riconquistata vincendo il campionato di serie C, per lo stile e la signorilità che contraddistinguono il suo comportamento”.

La manifestazione è stata occasione per Semplici per fare il punto della situazione sul campionato di serie A in corso e sul percorso della SPAL all’interno della realtà del massimo campionato italiano: “La squadra sta dimostrando di poter dare del filo da torcere a tutti, sappiamo che abbiamo un budget limitato, molti ci danno già per retrocessi, ma noi attraverso la nostra organizzazione e le nostre qualità vogliamo dimostrare di essere in grado di mantenere la categoria. La partita d’esordio con la Lazio ha dato stima e convinzione al nostro progetto tecnico-tattico, quindi stiamo cercando ci riproporlo domenica dopo domenica. Non sempre siamo riusciti a fare punti, ma andiamo avanti così. A livello personale sto vivendo una favola: essere in serie A per me costituisce motivo di orgoglio, ancor di più perché è stato un traguardo conquistato attraverso tutte le promozioni dalle categorie inferiori. La massime serie è estremamente difficile, anche perché la disponibilità economica delle grandi squadre le pone ad un livello contro cui è difficile competere per noi e per tutte le squadre meno blasonate, a prescindere dalla caratura tecnica che si ha a disposizione”.

Infine non è potuto mancare un commento al felice momento che gli allenatori toscani stanno vivendo nel calcio italiano. Oltre a Semplici, infatti, Sarri, Spalletti e Allegri con le rispettive società, stanno attraversando un periodo ricco di soddisfazioni: “Noi toscani, per indole, non ci accontentiamo mai – specifica Semplici – cerchiamo sempre di metterci in discussione e guardare avanti, tutte caratteristiche importanti per fare il mestiere dell’allenatore, e noi toscani, secondo me, le possediamo per natura”.

Da segnalare, infine, un altro piacevole riconoscimento, questa volta per un ex-spallino. Stefano Vecchi, infatti, allenatore della primavera dell’Inter, ha ricevuto il premio come miglior allenatore di squadre giovanili “per aver guidato la primavera dell’Internazionale a conseguire i massimi successi a livello di settore giovanile, 1 Scudetto e 1 Coppa Italia dimostrandosi uno dei tecnici più preparati del panorama nazionale”.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0