Bonazzoli, prima rete in U21: Soddisfatto ed emozionato, ora penso solo al derby

L’aveva detto alla vigilia Gigi Di Biagio: “Bonazzoli è un ottimo giocatore. Sta a lui dover dimostrare di poter giocare in A e in Nazionale”. L’attaccante della SPAL ha preso alla lettera le parole del suo CT, che lo ha lanciato in campo nell’amichevole contro l’Under 20 del Marocco al 16′ della ripresa. Giusto un paio di scatti per prendersi l’applauso del Mazza, che l’ex Inter e Sampdoria trova il modo di insaccare con un preciso piattone mancino l’assist al bacio di Murgia. Prima gioia azzurra, che vuol dire anche 3-0. E’ il gol che chiude una partita mai in discussione che gli azzurrini hanno condotto in porto senza troppi grattacapi, riuscendo ad avere la meglio di un avversario generoso, ma evidentemente meno organizzato, nonostante la folta presenza di tifosi di origina marocchina presenti sia in gradinata che in tribuna. Ma va bene cosí, soprattutto per Bonazzoli, che segna il suo primo gol in nazionale proprio davanti a quello che sarà il suo pubblico almeno fino al termine della stagione e che non aspetta altro di poter esultare anche in campionato, magari già domenica nel derby di Bologna.

Quella sì che sarebbe un’occasione da sfruttare e vista la buona prestazione nella mezz’ora concessagli da Di Biagio non è follia considerarlo una scelta plausibile nello schieramento offensivo di Semplici, se non dall’inizio almeno a partita in corso: “Sono contento di quello che ho fatto, per me è un onore fare parte della nazionale, ringrazio veramente tutti per questa opportunità. La mia testa da adesso è già al Bologna. Stasera ho giocato in casa, motivo in più per fare bene, ero emozionato e spero di aver ripagato il boato della gente con una buona partita. Da adesso penserò alla SPAL, una cosa alla volta. Non vedo l’ora di tornare ad allenarmi con i miei compagni per preparare la trasferta di domenica. Il mio obiettivo è di mettere in difficoltà il mister al momento delle scelte, non spetta a me dire se finora ho sfruttato o meno lo spazio che mi è stato concesso, io comunque sono sereno e come tutta la squadra spero di strappare punti pesanti al Dall’Ara in quella che è una sfida che il popolo spallino aspetta da più di vent’anni”.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0