Cinque gol in casa non si vedevano dal 1996. Un precedente anche nella serie A 1962-63

Se ci si prende la briga di dare un’occhiata agli almanacchi, salterà all’occhio che mai nella gestione Colombarini c’è stata una squadra in grado di fare cinque gol al Paolo Mazza. Come non c’è stata per più di vent’anni, a dire la verità. Per trovare un rovescio della stessa entità di SPAL-Lazio 2-5 bisogna tornare al 29 dicembre 1996, quando il Treviso sbancò Ferrara con lo stesso risultato, peraltro con tutti i gol segnati nella ripresa. 2-5 per la squadra di mister Pillon contro i biancazzurri allenati da Bianchetti. Era la serie C1 girone A 1996-1997, stagione a dir poco sciagurata sia a livello societario (con il flop dell’azionariato popolare lanciato da Donigaglia) che a livello sportivo (con l’avvicendamento tra Bianchetti e Magni) che si concluse con un’amara retrocessione in C2 dopo il doppio playout con l’Alzano Virescit. Il Treviso invece vinse il campionato con 60 punti, salendo in serie B.

29 dicembre 1996, serie C1, 16^ giornata
SPAL-Treviso 2-5

SPAL: Boschin, Pandullo, Bucaro, Furlanetto, Rossi (dal 40′ s.t. Frazzica), Greco, Del Nevo (dal 36′ s.t. Ferronato), Giorgio, Gubellini, Romairone, Zagati (dal 22′ s.t. Pellegrini). All.: Bianchetti.
Treviso: Bacchin, Maino, Dal Compare, De Poli, Lombardi, Margiotta, Fiorio, Bonavina, Costa (dal 31′ s.t. Soncin), Pasa, Boscolo. All.: Pillon
Arbitro: Malatesta di Terni.
Reti: 4′ s.t. Romairone (S), 9′ s.t. e 17′ s.t. Pasa (T), 20′ s.t. Giorgio (S), 34′ s.t. e 45′ s.t. Soncin (T), 42′ s.t. Fiorio (T).

Per trovare invece un risultato analogo in serie A bisogna – inevitabilmente – sfogliare il calendario di un bel po’ di pagine fino al 16 dicembre 1962: in quel giorno l’Atalanta vinse proprio 2-5 a Ferrara contro una SPAL che chiuse l’annata 1962-1963 all’ottavo posto nella massima serie.

16 dicembre 1962, 13^ giornata
SPAL-Atalanta 2-5

SPAL: Patregnani, Gori, Bozzao, Muccini, Cervato, Riva, Dell’Omodarme, Massei, Bui, Micheli, Novelli. All.: Montanari.
Atalanta: Cometti, Rota, Roncoli, Nielsen, Gardoni, Colombo, Domenghini, Christensen, Da Costa, Mereghetti, Gentili. All.: Tabanelli
Arbitro: Di Tonno di Lecce.
Reti: 3′ p.t. Bui (S), 26′ e 35′ p.t. Da Costa (A), 38′ p.t. Gentili (A); 2′ s.t. e 39′ s.t.Domenghini (A), 20′ s.t. Micheli (S).

Prendendo in esame solo l’era-Colombarini, bisogna tornare alla trionfale stagione di Lega Pro 2015-2016 per registrare un KO casalingo con tre gol di scarto. Fu la Maceratese di Bucchi a imporsi 1-4 in quello che a marzo 2016 era uno scontro al vertice in piena regola. Il finale lo conosciamo tutti: la SPAL di Semplici reagì andando a vincere a Carrara nel turno successivo e da lì ci fu lo sprint finale per conquistare un campionato ad ampi tratti dominato. Prima di allora, durante la gestione-Brevi (2014-2015) erano arrivati due 0-3 casalinghi pesantissimi contro Pontedera e L’Aquila.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0