Mercato, arrivederci a luglio: gennaio si chiude con cinque arrivi e sei partenze

Il mercato di gennaio della SPAL si è chiuso con l’arrivo in prestito dalla Sampdoria di Lorenco Simic. Il classe 1996 di fatto rimpiazza Michele Cremonesi, ceduto alla Virtus Entella. Simic ha trascorso la prima metà di stagione all’Empoli, giocando stabilmente da titolare (ne avevamo parlato approfonditamente nel pomeriggio).

Le ultime 24 ore di calciomercato nella sede dell’hotel Melià di Milano hanno visto il ds Vagnati concentrarsi sull’arrivo del giovane difensore, preso atto dell’impossibilità di riportare Kevin Bonifazi a Ferrara. Nell’impossibilità o quasi di arrivare a profili di grande spessore (a causa dei costi) si è scelto di completare l’organico con un under promettente. Nel corso della giornata c’è stato anche un assalto da parte della Salernitana per Pasquale Schiattarella, ma la SPAL si è opposta categoricamente.
La campagna invernale si chiude quindi con un saldo di 5 acquisti e 6 cessioni. Di seguito il quadro dettagliato.

ACQUISTI
– Jasmin Kurtic (cen, 1989, Atalanta) con contratto fino al giugno 2021
– Boukary Dramé (est, 1985, Atalanta) con contratto fino a giugno 2018 + opzione
– Thiago Cionek (dif, 1986, Palermo) con contratto fino al giugno 2020
– Everton Luiz (cen, 1988, Partizan) con contratto fino al giugno 2020
– Lorenco Simic (dif, 1996, Sampdoria via Empoli) in prestito fino al giugno 2018

CESSIONI
– Marios Oikonomou (dif, 1992, Bologna) fine prestito, poi al Bari (serie B)
– Luca Rizzo (cen, 1992, Bologna) fine prestito, poi all’Atalanta
– Luca Mora (cen, 1988) a titolo definitivo allo Spezia (serie B)
– Michele Cremonesi (dif, 1988) in prestito con diritto/obbligo di riscatto alla Virtus Entella (serie B)
– Fabio Della Giovanna (dif, 1997) in prestito all’Arezzo (serie C)
– Alessandro Bellemo (cen, 1995) in prestito al Padova (serie C)

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0