Feste già finite, incombe l’Atalanta. A parte Simic, Dramè e Mattiello, assente Borriello

Vacanze pasquali decisamente brevi per la SPAL, tornata a lavoro lunedì pomeriggio per preparare il prossimo impegno di campionato. Il calendario prevede per la trentunesima giornata di Serie A il match casalingo dei biancazzurri contro l’Atalanta, in programma sabato prossimo alle 18. Dopo la trasferta di Genova mister Semplici ha concesso solo un giorno di riposo per ricaricare le pile e così gli spallini hanno passato il lunedí dell’Angelo a smaltire la colomba sul manto erboso del centro “G.B. Fabbri”.

All’unica seduta di allenamento a porte aperte della settimana si sono presentati tantissimi tifosi che probabilmente hanno preferito gli spalti di via Copparo al divano, dopo la tradizionale grigliata di Pasquetta, seguendo la squadra con curiosità e entusiasmo, nonostante un pizzico di delusione dovuto al fatto che i biancazzurri non abbiano lavorato sul campo principale, optando per quello più lontano dalla tribunetta. Il pareggio conquistato al “Ferraris” col Genoa in inferiorità numerica ha permesso alla SPAL di continuare la sua striscia positiva iniziata con la vittoria a Crotone e di conquistare un punto pesantissimo che l’ha portata temporaneamente in quartultima posizione, allungando a più due proprio sui rossoblù di Zenga. In attesa del recupero della ventisettesima giornata di campionato e di capire come si piazzeranno in classifica le dirette concorrenti alla salvezza, Antenucci e compagni potranno guardare anche come si comporteranno i bergamaschi domani pomeriggio nell’anticipo con la Sampdoria e di certo potranno presentarsi più freschi e riposati sabato al “Paolo Mazza” rispetto al Papu Gomez e agli altri uomini di Gasperini.

Come gli estensi, anche la “Dea” sta vivendo un ottimo momento: dopo il successo di sabato scorso con l’Udinese sono tre le vittorie consecutive ottenute dai nerazzurri che con tutta certezza verranno a Ferrara con l’intento di continuare la loro corsa sfrenata verso l’Europa League. All’andata a Bergamo l’incontro terminò con un pareggio: al momentaneo vantaggio di Cristante rispose Rizzo con un gran destro, e nei minuti finali della gara la SPAL rischiò addirittura di fare bottino pieno, con il palo di Antenucci che grida ancora vendetta. Quale sarà l’undici titolare con cui Leonardo Semplici affronterà l’Atalanta?

Probabilmente la formazione sarà la stessa vista a Genova, con qualche cambio tra centrocampo e difesa: rientra dalla squalifica Kurtic, ex di turno assieme a Grassi, Paloschi e Dramé, sostituito sabato da Everton Luiz, mentre dovrà assistere alla partita dalla tribuna Vicari, dopo aver rimediato al “Ferraris” un assai discutibile rosso diretto da Giacomelli. Probabilmente il difensore centrale sarà rimpiazzato da uno tra Salamon o Simic; quest’ultimo nel pomeriggio ha svolto un allenamento differenziato assieme a Mattiello e Dramé, ma è ancora troppo presto per sapere chi rientrerà a far parte del gruppo, ora di sabato. Il lavoro è stato suddiviso in due gruppi: chi ha giocato sabato ha svolto una seduta di scarico, gli altri invece si sono impegnati in una partitella in famiglia. A fine allenamento Lazzari e Grassi, probabilmente un po’ stanchi, hanno fatto un po’ di corsa defaticante intorno al campo.

Grande assente Borriello, ancora una volta non pervenuto: si pensava che sabato potesse essere la volta buona per rivedere l’attaccante ex Cagliari – la cui ultima apparizione con la SPAL risale alla gara interna col Torino del 23 dicembre scorso – scendere in campo, ma la sua assenza di oggi è stata piuttosto eloquente.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0