Radiomercato SPAL del 25 giugno: il punto ragionato sulle voci delle ultime 24 ore

Il primo di luglio, giorno di apertura ufficiale del calciomercato estivo 2018, si avvicina rapidamente e non c’è da sorprendersi se le indiscrezioni sui trasferimenti iniziano a moltiplicarsi. Verificare tutto richiede tempo, ma anche leggere cento link (di cui molti con notizie di seconda e terza mano) può essere frustrante. Così abbiamo deciso di offrire ai nostri lettori una rapida panoramica quotidiana sulle voci delle 24 ore precedenti, disseminate tra le decine di fonti che stanno riportando notizie di mercato. Questo non implica necessariamente la loro veridicità, ma può aiutare a tenere d’occhio eventuali sviluppi.

ALBERTO GRASSI (centrocampista, 1995, Napoli)
Negli ultimi giorni anche a Napoli si sono interrogati sulle ragioni del contro-riscatto da parte del club partenopeo. Due le scuole di pensiero: Grassi in vendita per fare cassa (Torino, Fiorentina, Cagliari) a una cifra pari o superiore ai dieci milioni oppure utilizzato come pedina di scambio per obiettivi del ds Giuntoli. La SPAL in tutto questo tempo è rimasta in attesa e secondo Alfredo Pedullà di Sportitalia, prepara una nuova offensiva: 8,5 milioni per avere Grassi a titolo definitivo, ma con una clausola di “recompra” (riacquisto) a favore del Napoli. La sensazione è che la trattativa possa andare per le lunghe, vista la lunga lista di squadre interessate al centrocampista di Lumezzane.

GERSON (centrocampista, 1997, Roma)
Nome nuovo, lanciato da Radiogoal24 e ripreso dall’edizione odierna de Il Resto del Carlino. Il talento brasiliano, pagato 16 milioni (!) nell’estate 2016, è stato impiegato 31 volte da Di Francesco tra campionato e coppe, ma solo in undici casi è partito titolare. Guadagna più di un milione di euro e questo già fa capire quanto una trattativa sarebbe complicata. Tralasciando il fatto che nelle scorse settimane si era parlato di un interessamento della Sampdoria nei suoi confronti. Insomma, per ora sembra fantamercato.

BRUNO PETKOVIC (attaccante, 1994, Bologna)
L’attaccante croato, reduce da una stagione da 25 presenze e 0 gol all’Hellas Verona, è stato inserito nel frullatore delle cronache di mercato da almeno un paio di testate online. Oggettivamente: non risulta sia un obiettivo. L’edizione web del Corriere dello Sport ha fatto anche di più, riprendendo questa “indiscrezione” e aggiungendo che la SPAL “è vicina” a Oikonomou e Rizzo, sempre del Bologna. Anche i più distratti ricorderanno che i due arrivarono in prestito un anno fa e furono entrambi ceduti a gennaio dopo un girone d’andata non esattamente da ricordare: il difensore greco è finito al Bari (3 presenze), mentre il centrocampista ha fatto in tempo a debuttare con l’Atalanta prima di chiudere anticipatamente la sua stagione a causa di due infortuni.

ARON KATUMA (esterno, 2000, Novara Primavera)
Stando a quanto riporta Tuttomercatoweb, la SPAL avrebbe praticamente chiuso per il promettente esterno destro del Novara. Giocatore di dirompente fisicità, lo abbiamo visto all’opera nel girone di Primavera 2 che includeva anche la SPAL. Fa della forza e della velocità le sue caratteristiche principali, anche se deve migliorare un tantino sotto il profilo tecnico e tattico. Quasi certamente verrà inserito nella squadra Primavera allenata da Marcello Cottafava, ma non è da escludere possa prendere parte al ritiro estivo.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0