Partitella in famiglia, prima squadra batte Primavera 6-2 con sei marcatori diversi

La settimana di allenamento della SPAL si è chiusa con l’amichevole in famiglia disputata contro la Primavera biancazzurra. I fratelli maggiori si sono imposti per 6-2 sui giovani allenati da Marcello Cottafava in una partita dai ritmi molto blandi e contrassegnata dall’impiego di diversi giocatori che finora hanno trovato pochissimo spazio tra i ranghi di Semplici. Il tutto davanti a circa cinquecento tifosi accorsi ad assistere alla partitella.

A segno Vitale, Paloschi, Missiroli, Petagna, Dickmann ed Everton Luiz. Semplici si è affidato a un undici di partenza inedito con Milinkovic-Savic a difendere i pali, retroguardia composta da Cionek, Vicari e Simic, centrocampo con Missiroli, Valdifiori, Valoti e sulle fasce Vitale e Dickmann a sfornare corner per il tandem d’attacco formato Paloschi e Petagna. Thiam e Viviani invece sono stati schierati nella formazione di Cottafava. Arbitro del match il mister in seconda Andrea Consumi.

La prima frazione di gioco ha visto i ragazzi di Semplici andare all’intervallo con un vantaggio di quattro gol. Ha provveduto Vitale al 12’ a sbloccare la partitella raccogliendo un brillante assist di Petagna. Al 17’ invece è toccato a Paloschi a raddoppiare, con un gol di testa su corner di Valdifiori. Dopo appena due giri di orologio è arrivata la terza marcatura della SPAL con una conclusione ravvicinata di Missiroli su assist di Vitale. Al 20’ minuto brutte notizie per Viviani, costretto a lasciare il campo in seguito a uno scontro con Valoti. Al 23’ Petagna ha allietato i presenti con un bel sinistro a giro per il temporaneo 4-0.

La ripresa ha visto un undici rivoluzionato: 3412 con Poluzzi in porta, difesa a tre con Coulange, Cionek e Simic, centrocampo con Dickmann, Everton Luiz, Valdifiori e Vitale e reparto avanzato con Antenucci dietro a Floccari e Moncini. Valoti e Milinkovic hanno continuato a giocare indossando la casacca della Primavera. La formazione di Cottafava ha accorciato le distanze al 57′ con Cuellar, abile ad andare al tiro dopo essersi accentrato dalla sinistra. Al 63’ però è arrivata la risposta di Dickmann che ha appoggiato in rete il suggerimento di Antenucci dopo una bella azione personale del capitano biancazzurro. Dopo cinque minuti ulteriore scatto d’orgoglio della Primavera, che su contropiede ha raddoppiato con Minaj. 6-2 finale fissato da un destro di Everton Luiz.

All’amichevole non hanno preso parte Bonifazi, Felipe, Costa e Schiattarella, oltre agli assenti Lazzari, Djourou, Fares, Gomis, Kurtic impegnati con le rispettive nazionali.

SPAL Prima Squadra – SPAL Primavera 6-2 (pt 4-0)

SPAL primo tempo (352): Milinkovic-Savic, Cionek, Vicari, Simic, Dickmann, Missiroli, Valdifiori, Valoti, Vitale, Petagna, Paloschi.
SPAL secondo tempo (3412): Poluzzi, Coulange, Cionek, Simic, Dickmann, Everton Luiz, Valdifiori (dal 79’Esposito), Vitale, Antenucci, Floccari, Moncini.

Marcatori: 12’ Vitale, 17’ Paloschi, 19’ Missiroli, 23’ Petagna, 57’ Cuellar (Pr), 63’ Dickmann, 68’ Minaj (Pr), 85’ Everton Luiz.

foto: Isabella Gandolfi / ufficio stampa SPAL

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0