Astenersi scaramantici: SPAL a quota zero su sette nelle partite arbitrate da Abbattista

Conviene dirlo: gli scaramantici si astengano dalla lettura. Ma il dato è di quelli curiosi: quando la SPAL è arbitrata dal signor Eugenio Abbattista di Molfetta non riesce proprio a vincere. Mica per una qualche antipatia del fischietto pugliese nei confronti dei biancazzurri, ci mancherebbe. Semplicemente per uno strano incastro statistico le cose sono sempre andate così. In sette precedenti la SPAL non ha mai vinto: il bilancio dice tre pareggi e quattro sconfitte, le ultime tre di queste consecutive. Vuoi mai che per la legge dei grandi numeri non sia la volta buona che si possa invertire questa tendenza.

Abbattista ha diretto partite della SPAL in tre categorie diverse. In Lega Pro si registrano quattro dei sette precedenti. L’arbitro di Molfetta era in campo nell’1-1 casalingo col Verona del novembre 2010 (Meloni; Le Noci) e nello 0-0 del “Mazza” del marzo 2011 tra la SPAL di Remondina (subentrato a Notaristefano) e il Sorrento. Nella stagione successiva diresse Avellino-SPAL 2-1 del dicembre 2011 (Cardinale, Mendy, De Angelis) e SPAL-Carpi 2-2 del 4 marzo 2012 (Agnelli, Laurenti, Concas, Pasciuti).
In serie B solo sconfitte: SPAL-Hellas 1-3 del settembre 2016 (Valoti, Pazzini, Mora, Valoti) e Avellino-SPAL 1-0 (Eusepi) con tanto di antipasto di polemiche complottiste sui social.
Anche l’unica direzione in serie A non ha detto troppo bene ai biancazzurri: SPAL-Cagliari 0-2 risalente esattamente ad un anno fa (17 settembre 2017), decisa dai gol di Barella e Joao Pedro. Piccola consolazione: anche l’unico precedente tra Abbattista e Sassuolo non è favorevole: risale anche questo alla scorsa stagione, quando la Roma si impose 1-0 al “Mapei Stadium”.

Giusto per non farsi mancare niente, la SPAL è a digiuno di vittorie sul Sassuolo addirittura dal 1990. Certo, occasioni per degli incontri in campionato ce ne sono state gran poche, ma nelle ultime quattro la SPAL ha messo assieme due pareggi e due sconfitte.  Prima del doppio confronto totalmente inedito in serie A (0-1; 1-1) c’erano stati incroci solo in C2 nelle stagioni 2005-2006 e 1989-90.
L’ultimo successo risale appunto alla stagione 1989-90, in serie C2. I biancazzurri allenati da Nello Santin travolsero i neroverdi di Seghedoni con un rotondo 5-1 (autorete, Libro e tripletta di Mosele), spingendoli verso la retrocessione in Interregionale.

 

 

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0