La strada è giusta, dice patron Colombarini: Lazzari? Non capisco la mancata convocazione

Sconfitta ancora ma a testa alta, anzi altissima. La SPAL gioca alla pari con l’Inter, ma cade per la quarta volta consecutiva, stavolta sotto i colpi di Mauro Icardi, con una dose di rammarico enorme per aver esibito forse la miglior prestazione da inizio stagione senza raccogliere nulla. Nel post partita Simone Colombarini spende parole di elogio per la squadra.

“Peccato per il risultato ma sono molto contento per la prestazione che abbiamo fatto. Dopo una partita del genere non fare neanche un punto fa male, abbiamo giocato sempre anche dopo essere andati in svantaggio ed abbiamo messo in difficoltà l’Inter, creando tantissime occasioni che però purtroppo si sono tradotte in un solo gol. Abbiamo dominato a centrocampo, ma anche negli altri reparti siamo rimasti concentrati e attenti. Credo che più di così non si potesse chiedere, abbiamo fatto tutto quello che dovevamo fare ma sfortunatamente abbiamo pagato anche qualche nostra disattenzione. La differenza sta nel fatto che l’Inter quando ci siamo distratti ci ha punito, mentre noi non siamo riusciti ad approfittare dei loro errori nel momento propizio. L’errore sul secondo gol magari contro altre squadre ti può essere perdonato, contro uno squadrone come questo no. Teniamoci comunque stretta la prestazione, giocando così credo che di partite ne potremmo vincere molte. A livello di singoli credo che oggi abbiamo assistito ad un’altra grande prova di Lazzari. Io personalmente un esterno destro come lui non l’ho visto in nessuna delle squadre che abbiamo affrontato. Non capisco come Mancini non abbia potuto convocarlo, anche oggi dalla sua parte è stato fenomenale sia in fase difensiva che in fase offensiva. Paloschi tocca un pallone e fa gol? È una punta e sappiamo come si muove. Quando ha le occasioni fa il possibile per metterle dentro e anche oggi ha fatto il suo dovere. Abbiamo una rosa completa e lui insieme ad altri ci darà una mano per portare a termine questa missione che si chiama salvezza. L’assenza di Kurtic è senza dubbio importante, ma abbiamo i sostituti idonei per poter sopperire la sua mancanza, credo che anche oggi si sia visto. Ripeto quello che ho detto prima: ciò che abbiamo fatto oggi deve rimanere e deve trasmetterci la giusta dose di autostima per il futuro, siamo solo all’inizio e mancano ancora tante partite da giocare, preferisco vedere una squadra che gioca così e porta a casa zero punti piuttosto che pareggiare senza aver fatto un tiro in porta ed essersi arroccati in difesa. Ben venga quello che abbiamo fatto dal punto di vista del gioco, saremo più fortunati in altre occasioni”.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0