Stavolta all’Olimpico non si passa: la Lazio dilaga grazie agli errori difensivi della SPAL

Non si ripete la magia dell’Olimpico di due settimane fa: contro la Lazio la SPAL crolla dopo essere rimasta in partita per buona parte del primo tempo. Al 28′ Antenucci risponde ad Immobile, prima che l’attaccante della Nazionale firmi la doppietta – al sesto gol in tre confronti contro la SPAL – che dà il via alla goleada biancoceleste. Alla festa partecipano anche Cataldi e Parolo, bravi (e furbi) a sfruttare due orrori calcistici di Everton Luiz, decisamente il peggiore in campo. Sul finale Vanja Milinkovic-Savic – non esente da responsabilità – evita l’umiliazione con alcune parate degne di nota.

LAZIO – SPAL 4-1 (pt 2-1)

LAZIO (3-5-2): Strakosha; Wallace, Acerbi, Radu; Patric, Parolo, Cataldi, S. Milinkovic (73′ Berisha), Lulic (63′ Lukaku); Caicedo (60′ Correa), Immobile. A disp.: Proto, Guerrieri, Luiz Felipe, Caceres, Bastos, Durmisi, Marusic, Murgia, Luis Alberto. All.: Inzaghi.

SPAL (3-5-2): V. Milinkovic; Bonifazi (46′ Cionek), Vicari, Felipe; Lazzari, Missiroli, Valdifiori, Everton Luiz (80′ Dickmann), Costa; Antenucci, Petagna (69′ Paloschi). A disp.: Gomis, Thiam, Simic, Nikolic, Vitale, Viviani, Floccari, Moncini. All.: Semplici.

MARCATORI: 26′, 35′ Immobile (L), 28′ Antenucci (S), 59′ Cataldi (L), 70′ Parolo (L).
AMMONITI: Acerbi (L), Everton Luiz (S), Felipe (S).
ARBITRO: sig. Guida di Torre Annunziata. Assistenti: Passeri e Fiore. IV: Piccinini. VAR/AVAR: Ghersini/Longo.
NOTE: giornata piovosa ma terreno in buone condizioni. Calci d’angolo 8-4. Recupero: 1’ pt, 2’ st.

Azioni salienti primo tempo:
9′ Rinvio maldestro di Vanja Milinkovic-Savic: la Lazio recupera palla con Lulic che imbuca per Caicedo, il quale calcia a lato strozzando troppo la conclusione mancina.
21′ Primo acuto della SPAL: Antenucci impegna Strakosha con un tiro a giro dopo aver saltato secco Cataldi, bravo il numero uno biancoceleste a deviare in angolo distendendosi sulla propria sinistra.
26′ 1-0 LAZIO: Cataldi da calcio d’angolo pesca Immobile che con una volée di destro fulmina Vanja Milinkovic-Savic. L’attaccante è lasciato completamente solo.
28′ 1-1 SPAL Risposta immediata! Antenucci, servito da Lazzari dopo una classica sgroppata sull’out di destra, batte Strakosha da due passi.
31′ VMS si supera su un rasoterra di Immobile, negando così all’attaccante la gioia del punto del 2-1.
34′ Ancora problemi per la difesa della SPAL in situazioni da palla inattiva: Sergej Milinkovic-Savic grazia il fratello sparando alto da due passi.
35′ 2-1 LAZIO: Caicedo crea superiorità numerica sulla trequarti con un’azione di pura strapotenza fisica poi triangola con Immobile che alla fine calcia di prima intenzione, decisiva la deviazione di Costa.
45′ Everton Luiz si improvvisa sciatore e prova un’uscita dalla propria area di rigore con uno slalom palla al piede, ma viene fermato da Patric in scivolata, sul pallone di fionda Caicedo calciando di poco alto.
46′ Vicari rischia grosso stendendo Immobile lanciato verso la porta, ma per Guida il difensore della SPAL non commette fallo.

Azioni salienti secondo tempo:

59′ 3-1 LAZIO Bordata di Cataldi, lasciato libero di calciare dopo una palla persa malamente da Everton Luiz al limite dell’area della SPAL. Vanja Milinkovic-Savic sorpreso sul suo palo.
62′ Grande azione di Correa, appena entrato al posto di Caicedo, ma al momento della conclusione spara alto.
70′ 4-1 LAZIO I biancocelesti dilagano con il gol di Parolo, che senza pensarci due fa partire un missile da fuori area dopo aver recuperato il pallone da un imbarazzante Everton Luiz.
77′ Palo di Immobile di testa, Lazio ancora una volta pericolosa da calcio piazzato.
78′ Altro contropiede della Lazio: Correa serve Immobile che calcia a botta sicura, Vanja Milinkovic-Savic para evitando l’umiliazione.

foto: Antonio Fraioli / Laziopress.it

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0