Quanta sofferenza per i tifosi ferraresi questa sera al PalaMIT2B dove, dopo un tempo supplementare, la Mobyt è riuscita a imporsi per soli 2 punti, su un’agguerritissima Remer Treviglio. Grande prova di carattere per i ragazzi di coach Furlani: dopo essere stati in vantaggio tutta la partita, arriva la reazione degli ospiti, i quali, mettendoci tanta difesa e migliorando le proprie percentuali al tiro, riescono a rimettersi in partita e a portarla ai tempi supplementari, il resto è storia.

I primi minuti della prima frazione di gioco vedono una Mobyt in difficoltà sia in attacco, poche idee e tante disattenzioni, sia in difesa, dove subitoscono le penetrazioni di Alessandri e la grande esperienza sotto canestro di Lele Rossi. Fortunatamente il momento no non dura a lungo e dopo una bellissima schiacciata in penetrazione di Daniele Casadei e un paio di buonissimi pick&roll eseguiti dalla coppia Mays-Pipitone (uno conclusosi con una schiacciata del giovane lungo siciliano), i biancazzurri ritornano in partita, concludendo i primi dieci minuti di gioco in vantaggio di 5 punti (20-15).

Il secondo quarto vede Casadei entrare sul parquet con l’atteggiamento delle migliori occasioni, andando subito a realizzare due canestri in fila dopo la penetrazione in palleggio e dando la carica ai suoi che cominciano davvero ad entrare in partita. Prima Mays e poi Infanti dalla lunga distanza puniscono la difesa passiva degli esterni trevigliesi, mentre Benfatto fa la voce grossa sotto i tabelloni, recupera rimbalzi d’attacco importanti che permettono una seconda chance al tiro per i suoi compagni e in difesa è la solita presenza intimidatoria. Gli avversari non possono fare nulla per arginare questa Mobyt, che arriva all’intervallo lungo con un vantaggio di 14 punti.

Nel terzo tempo, però, la Remer cambia faccia, causa probabilmente il discorso in spogliatoio di un coach Vertemati visibilmente deluso dai suoi: la difesa ospite comincia a mettere in seria difficoltà i ferraresi (forse già sicuri di avere in tasca la vittoria), Ihedioha fa vedere le sue grandi qualità di attaccante battendo per tre volte consecutive in palleggio un Casadei rientrato in campo senza la grinta dei primi due quarti (ricordiamo una palla persa banalissima per un giocatore del suo talento e della sua esperienza) mentre si sveglia il giovane Carnovali che inizia a bombardare la difesa biancoazzurra con tiri dalla linea dei tre punti. Fortunatamente per i padroni di casa, i canestri del solito Benfatto tengono in linea di galleggiamento la squadra e con una bellissima e soprattutto fondamentale palla recuperata da Spizzichini, finisce il tempo di gioco con la Mobyt sopra solamente di 5 punti.

Nell’ultimo periodo i ferraresi quasi buttano al vento partita. Con l’inerzia del gioco dalla parte di Treviglio, i ragazzi di coach Furlani fanno fatica a rispondere ai colpi dei biancoblu (nella figura soprattutto di Tommaso Carnovali che continua imperterrito a realizzare dalla lunga distanza) i quali completano la loro rimonta, aiutati anche dall’arbitraggio abbastanza partigiano. Treviglio riporta il punteggio in parità, sempre grazie a un tiro da tre del solito Carnovali, con 27 secondi sul cronometro della partita. La partita sembra finita con il semigancio di Benfatto che porta i suoi in vantaggio con meno di 3 secondi da giocare, ma dall’altra parte, grazie ad un fallo molto dubbio fischiato contro la difesa ferrarese, due tiri liberi realizzati da Alessandri allo scadere dei tempi regolamentari, riportano il punteggio in parità: ancora una volta in questa stagione è overtime.

Il tempo supplementare si apre con un monumentale Benfatto che, in un paio di occasioni, porta a scuola di post basso il lungo avversario, arrivando a segnare due canestri facili da sotto il canestro. I lombardi però non mollano e con Ihedioha e Rossi riescono anche a trovare il vantaggio, il primo della partita e a far disperare i tifosi ferraresi che si aspettavano già la sconfitta, ma un altro canestro di  Benfatto riporta la questione in parità. Si arriva così all’ultima azione della partita: palla in mano a Julius Mays, vero clutch player della Mobyt in questo inizio stagione; tanti palleggi, il cronometro scorre, al limite dei 24 secondi consentiti per l’azione d’attacco, l’esterno americano spara dai tre punti. Primo ferro. Dal nulla però sbuca Benfa che cattura il rimbalzo d’attacco e rimette la palla in mano a Mays. Ancora il biancazzurro d’America che gioca con il cronometro, ma stavolta non si accontenta del tiro da fuori e attacca il difensore in palleggio, tira nei pressi dell’area colorata….canestro! +2 Mobyt! Non c’è il tempo di fare un tiro comodo per gli ospiti che sbagliano l’ultima conclusione della partita regalando una vittoria sofferta ma meritata ai padroni di casa. Forza Mobyt, avanti così.

MOBYT FERRARA-REMER TREVIGLIO 90-88
(20-1525-16; 15-24; 19-24; 11-9)

Mobyt Ferrara: Bottioni 2; Spizzichini 5; Ferri 12; Casadei 10; Infanti 8; Benfatto 23; Andreaus; Pipitone 4; Jennings 5; Mays 21. Allenatore: Furlani.

Remer Treviglio: Alessandri 11; Carnovali 17; Kyzlink 12; Ihedioha 18; Rossi 26; Silva; Lorenzetti, Flaccadori 2; Spatti; De Paoli 2. Allenatore: Vertemati.
GLI ALTRI RISULTATI

Paffoni Omegna-Enegan Firenze 98-81
Viola Reggio Calabria-Modus FM Roseto 71-61
Dinamica Mantova-Arcanthea Lucca 70-100
Moncada Agrigento-Basket Recanati 88-72
Acmar Ravenna-Bawer Matera 77-65
Assigeco Casalpusterlengo-Proger Chieti 75-62
Torrevento BNB-Liomatic Group Bari 89-79

CLASSIFICA PROVVISORIA:

Omegna 10
FERRARA 10
Ravenna 10
Roseto 8
Chieti 8
Nord Barese 8
Lucca 8
Casalpusterlengo 8
Recanati 6
Treviglio 6
Matera 6
Mantova 6
Agrigento 6
Viola R. Calabria 6
Firenze 4
Bari 2



Leaderboard Derby 2019