Il grave infortunio di Alessandro Infanti ha costretto il direttore sportivo Andrea Pulidori a rimettersi al telefono per trovare la pedina giusta da mettere a disposizione di Adriano Furlani. Non c’è la medesima fretta seguita all’infortunio di Casadei, ma sembra esserci anche la volontà di chiudere un’operazione prima dell’ultima gara del 2013, in programma il 29 dicembre a Ferrara contro la Liomatic Group Bari. Nei giorni scorsi si è fatta strada l’idea di ingaggiare Gabriele Ganeto, ala piccola di due metri d’altezza, attualmente senza contratto dopo una stagione con la maglia della Scaligera Verona. Il torinese – classe 1987 – sembra però non voler prendere in considerazione l’ipotesi, in attesa di contatti con squadre di Legadue Gold o di Serie A. Pista difficile insomma, a meno che il presidente Bulgarelli non decida di fare un ulteriore sacrificio, proponendo al giocatore un’offerta irrinunciabile.

Più probabile invece che l’attenzione della società si sposti su elementi più giovani, in grado di garantire comunque la qualità richiesta da coach Furlani. Nomi se ne fanno pochi, ma uno dei più intriganti è quello di Mirza Alibegovic, talento classe 1992 e figlio d’arte del noto Teoman. Attualmente è sotto contratto con la Dinamica Mantova, ma non risulta incedibile. Nonostante la giovane età ha già alle spalle esperienze importanti in Legadue e potrebbe essere un’arma notevole in uscita dalla panchina. Per lui finora dodici partite giocate e una media di 8.3 punti a partita, con 3.2 rimbalzi. Altro prospetto interessante è Matteo Negri, bolognese doc prodotto della giovanili della Virtus. Dopo aver trascorso due stagioni in prestito a Lucca e a Trento, in estate è tornato a Bologna per aggregarsi al roster di coach Bechi. Per ovvie ragioni fatica a trovare spazio nelle rotazioni delle Vu Nere in Serie A, i suoi primi minuti stagionali (sette) sono arrivati domenica scorsa sul parquet di Caserta. Non sembra elemento imprescindibile per la Virtus, e forse sei mesi alla corte di Furlani potrebbero contribuire a dare una svolta alla sua carriera.



Leaderboard Derby 2019