Una Mobyt  fin troppo incerottata ha chiuso il suo girone d’andata con una sconfitta sul parquet di Roseto, con il risultato di 77-69. Biancazzurri limitati dalle assenze di Flamini (forfait alla vigilia) e Spizzichini (in campo solo per 17 minuti) e costretti a rincorrere per tutta la partita contro i padroni di casa decisamente in serata.
Al Pala Remo Maggetti la partita si apre con la Mobyt intenzionata a coinvolgere da subito Benfatto. Purtroppo il pivot biancazzurro continua nel suo periodo di flessione e, malgrado lotti su tutti i palloni, i continui raddoppi avversari lo limitano efficacemente. Anche l’avvio di Spizzichini, reduce da ottime prestazioni, non è positivo visto lo 0/2 al tiro (forzando), le due palle perse e soprattutto l’antisportivo commesso a 2’29” dalla fine del quarto. Ma è la difesa, vero punto di forza della squadra allenata da Furlani e cartina al tornasole di concentrazione e impegno riversati in campo, a concedere troppo. Discorso valido soprattutto per i rimbalzi, troppi quelli concessi all’attacco abruzzese. Fortunatamente le iniziative di Mays tengono la Mobyt comunque a contatto e, grazie a due triple di fila, il quarto termina 20-15.
L’americano non riesce però a dare continuità al proprio momento positivo e sbaglia due tiri semplici di cui uno in contropiede da solo. La pena conseguente è l’allungo avversario a 7:08 dall’intervallo, quando uno Stanic indiavolato recupera palla su un altro errore del play della Mobyt e serve Ricci per il canestro del 28-19. A Furlani non resta che chiamare il timeout per provare a strigliare la squadra. La sostanza però non cambia e Roseto, in pieno controllo della partita, continua a macinare gioco e punti. In particolare sono Legion e Stanic, rispettivamente con 11 e 8 punti a mettersi in luce. Per la Mobyt è un affare arrivare all’intervallo sul punteggio di 37-30, graziati anche dall’ 1/10 da tre punti di Roseto.

Alla ripresa però la musica non cambia: grazie ad una tripla di Genovese e al canestro più fallo di Stanic, il divario arriva a toccare i 13 punti. L’emorragia difensiva viene fermata dal timeout di Furlani dopo meno di due minuti. Ad ulteriore conferma che non è serata dobbiamo segnalare l’infortunio di Spizzichini che subisce un colpo alla spalla che già in passato era stata operata e deve abbandonare il campo, destando non poca preoccuapzione nello staff tecnico estense. Un timido tentativo di rimonta viene portato da Benfatto, Mays e Bottioni che guidano un mini parziale di 7 -0 a metà del terzo quarto riportando la Mobyt a -11. Ma è un fuoco di paglia e lo svantaggio continua a rimanere sopra la doppia cifra fino al termine del quarto che si chiude sul 60-48 sullo sfondamento commesso da Mays sull’ultima azione.
Una delle poche note positive della partita è il ritorno di Andreaus, che segna due triple, di cui una molto importante in apertura di 4° quarto. Sempre da tre è Mays che riporta i suoi sotto la doppia cifra di svantaggio a 7’52” dal termine. Ma ancora una volta i biancazzurri non riescono a imporsi a rimbalzo, concedendo troppe opportunità all’attacco di Roseto. I canestri di Marini e Legion riportano ad un rassicurante margine di vantaggio i padroni di casa quando mancano solo 5′ dal termine. La Mobyt non riuscirà più a ricucire lo strappo che arriverà a toccare anche il +17: solo quando ormai l’esito della partita è segnato e il ritmo cala vistosamente, i canestri di Jennings e Bottioni limitano i danni e al suono della sirena il tabellone segna Roseto 77 Ferrara 69.

Il girone d’andata si chiude con una sconfitta amara per una Ferrara sempre più incerottata che, anche a causa di rotazioni sempre più corte, non riesce a entrare efficacemente in partita e imporre il proprio gioco. Vittoria meritata per Roseto, figlia di una grande prestazione di Stanic e Legion (17 e 9 rimbalzi), mentre tra i biancazzurri si salva solo Mays che tira 7/10 da tre punti.

MODUS FM ROSETO-MOBYT FERRARA 77-69
(20-15; 17-15; 23-18; 17-21)

Modus FM Roseto: De Dominicis n.e., Legion 17, Stanic 14, Leo 14, Genovese 5, Marini 8, Ricci 5, Bisconti 14, Gloria n.e., Faragalli Serroni n.e.. Allenatore: Trullo

Mobyt Ferrara: Bottioni 7, Spizzichini, Bottoni n.e., Ferri 9, Benfatto 10, Andreaus 6, Pipitone 6, Jennings 8, Ghirelli n.e., Mays 23. Allenatore: Furlani.



leaderboard Coop Reno