Non c’è pace per la Mobyt: nella serata di lunedì è infatti arrivata la conferma della gravità dell’infortunio patito sette giorni fa da Simone Flamini. La visita specialistica a cui il giocatore è stato sottoposto questa presso lo studio del professor Porcellini a Forlì ha messo in evidenza una lesione del cercine glenoideo della spalla sinistra che dovrà essere trattata chirurgicamente. Questo significa che Flamini dovrà rimanere fermo per un periodo che va dai quattro ai sei mesi. La sua avventura in biancazzurro era iniziata lo scorso 13 dicembre, con la firma su un contratto biennale. In due mesi il lungo marchigiano ha messo insieme appena cinque apparizioni per un totale di 64 minuti in campo ed è stato condizionato da problemi fisici soprattutto ai polpacci. Più in generale, quello di Flamini è il terzo infortunio grave occorso a un giocatore della Mobyt dopo quelli di Casadei e Infanti.



Leaderboard Derby 2019