Piove acqua dal cielo e piove sul bagnato per la SPAL, che dopo l’inaspettata sconfitta di Porto Tolle deve fare i conti con la pessima notizia dell’infortunio di Samuele Sereni. Il terzino è stato operato dopo la frattura dello zigomo. Per lui è già pronta una mascherina protettiva in carbonio uguale a quella utilizzata nel recentissimo Milan-Juventus da Giampaolo Pazzini. La maschera però potrà essere utilizzata solamente tra sette giorni quando il giocatore riprenderà gli allenamenti, che inizialmente saranno personalizzati per evitare urti e contusioni. Il probabile rientro in campo per il terzino biancazzurro è previsto per la prossima gara interna contro il Forlì. La lista degli infortunati porta ancora i nomi di Pandiani, Braiati, Paro e Di Quinzio, mentre oggi è rimasto a casa dagli uffici del centro sportivo anche il febbricitante ds Davide Vagnati.

Al termine della seduta di allenamento odierno, a sorpresa rispetto agli standard classici del martedì in cui intervengono in conferenza stampa due giocatori biancazzurri, si è presentato ai taccuini della stampa l’allenatore Massimo Gadda che ha voluto analizzare in prima persona e a mente fredda la sconfitta di Porto Tolle: “ Domenica abbiamo fatto bene soprattutto nei primi venticinque minuti, dimostrazione che abbiamo approcciato nel modo giusto la partita, ma siamo stati poco cattivi negli ultimi venti metri. Poi abbiamo preso un gol sul quale potevamo far meglio e in seguito la squadra ha giocato un po’ sotto ritmo”. L’analisi di Gadda continua: “Non ho nulla da rimproverare ai miei ragazzi perché hanno comunque dimostrato di essere vivi. Ovviamente siamo un po’ delusi ma la sconfitta non pregiudica niente e già da oggi pensiamo ad andare avanti e a preparare al meglio la prossima partita”. Secondo Gadda domenica la SPAL non ha subito il gioco del Porto Tolle e ha aggiunto: “Abbiamo avuto problemi solo quando hanno modificato il loro schema di gioco con Laurenti che impediva a Capellupo di impostare l’azione liberamente, mentre in fase difensiva abbiamo sofferto solo le loro ripartenze e la loro fisicità su un campo che era davvero pesante”.

Al mister biancazzurro sono state mosse alcune critiche sulle scelte iniziali nella formazione: “Non cambierei le mie scelte, Paloni ha giocato, come sempre, una buonissima partita, mentre Falomi è un giocatore di spessore ma non era in gran giornata, come molti altri”. Poi un’opinione sulle palle inattive, domenica per nulla sfruttate dalla SPAL: “Le punizioni, i calci d’angolo, sono una risorsa. Non abbiamo fatto bene anche per merito del Porto Tolle che ha sfruttato la stazza fisica dei suoi giocatori e si è sempre difeso bene su quelle situazioni”. Lazzari, in calo? Neanche a parlarne. Gadda svela la medicina per valorizzare ancora di più le caratteristiche del formidabile esterno destro spallino: “E’ stato meno decisivo del solito,deve variare il suo gioco. Non può sempre puntare al dribbling sul fondo, deve, per esempio, cercare maggiormente il dialogo con le punte per sfruttare gli uno-due. Il ragazzo è giovanissimo e ha ancora ampissimi margini di miglioramento”.

Da esterno a esterno, l’infortunio a Sereni dispiace, ma preoccupa il tecnico biancazzurro: “Se starà bene fisicamente Fantoni sulla carta è il sostituto ideale per Sereni e credo che sia una risorsa importante sul quale possiamo contare perché dà piene garanzie”. Poi parole di incoraggiamento anche per un altro singolo che non sta vivendo un momento particolarmente felice, Giuseppe Cozzolino: “Beppe è il primo a rendersi conto che non sta vivendo un momento brillante. Durante la settimana si allena sempre molto bene e spero che anche in partita possa ritrovare, prima possibile, i suoi guizzi che spaccano le partite”.

Senza guardare la classifica (“non è il momento, rimaniamo concentrati sul campo”) Gadda presenta già la sfida interna con il Rimini: “Sarà una gara importante, giocata in un contesto particolare, in cui incontreremo una squadra competitiva. Dentro di noi  deve esserci la stessa voglia di riscatto che abbiamo avuto quando abbiamo battuto l’Alessandria dopo aver perso quella partitaccia contro il Castiglione”. Giovedì sarà una giornata particolare per la squadra che modificherà il suo programma classico di allenamenti per preparare al meglio la gara in notturna di domenica: nella mattinata classica seduta di allenamento e in serata amichevole, ancora da definire, contro una squadra dilettantistica della provincia.



Leaderboard Derby 2019
leaderboard myes