Lo strano misto di gioia, esaltazione, stupore ed estasi probabilmente è una sensazione comune a centinaia, se non migliaia, di persone reduci dalla serata di domenica al Paolo Mazza. Nel gruppo c’è anche il presidente della SPAL Walter Mattioli, che a meno di 24 ore dallo spettacolo offerto dal pubblico ferrarese ha voluto rivivere quei momenti e ringraziare personalmente tutti i presenti: “Aspettavamo tanti spettatori, ma non questi numeri. Avere tanti tifosi, emoziona e carica a fare grandi cose. Vedere sempre più gente allo Stadio è un traguardo importante e un obiettivo futuro. La vittoria è passata attraverso i festeggiamenti per i quarant’anni di storia della Curva Ovest: è stata una grandissima soddisfazione. Anche patron Simone Colombarini ha voluto essere presente in mezzo ai ragazzi della Curva e ha cantato con loro. Questo tifo è certamente un’arma in più e i nostri giocatori ormai ne sono pienamente consapevoli. Non a caso, le dichiarazioni finali di capitan Varricchio hanno confermato la sinergia: al sorteggio della monetina, in caso di scelta del campo, predilige attaccare la porta sotto la Ovest. Durante la serata ho avuto modo di parlare con persone presenti in tribuna, ma non di Ferrara. Hanno confermato la rarità di una Curva che canta e incita la squadra per tutto l’incontro: un esempio speciale nel panorama nazionale”. La festa della Curva Ovest è stata sostenuta dalla società, che ha aperto lo Stadio per alcune sere e nel pre-partita affinché i ragazzi potessero sistemare striscioni e bandiere pronte per la coreografia. “Sono stati perfetti sotto tutti i punti di vista, dai cori al comportamento. Forse prenderemo una multa per alcuni fumogeni, ma vale la pena pagarla per essere stati testimoni di quello spettacolo. La notte tra domenica e lunedì? Ho dormito poco: mi sono girato e rigirato nel letto. La sveglia ha suonato presto e seppur intontito non vedevo l’ora di leggere i giornali. Siamo rimasti stravolti dalla passione delle gente, che vediamo felice e contenta. Insieme vi sono tutti i presupposti per disputare l’anno prossimo un buonissimo campionato in Lega Pro unica. Vogliamo portare più in alto possibile questi colori. L’impegno della società, nel lavoro quotidiano, è che tutto ciò possa avverarsi”. 



Leaderboard Derby 2019
leaderboard myes
Leaderboard Global