La prestazione con cui la Mobyt ha respinto l’assalto della Proger Chieti ha visto come assoluti protagonisti gli americani. Al loro fianco un capitan Ferri particolarmente attento in fase difensiva.

Spizzichini 6 – Parte molto bene con un paio di ottime azioni difensive e  altrettante palle recuperate. La difesa, tranne in alcune situazioni, continua, come al solito ad andare bene, mentre in attacco non riesce ad incidere come servirebbe: tanti errori, anche da tiri con tanto spazio. Grandissimo il suo contributo nell’ottima serata della Mobyt a rimbalzo in attacco.

Jennings 7,5 – E’ sua la giocata che regala i due punti alla Mobyt, ed è il chase down block (stoppata in situazione dove il difensore è costretto a rincorrere l’avversario) sul contropiede di Deloach. A fine partita saranno ben 4 le stoppate date da Milton, una più bella dell’altra. Anche per lui percentuali al tiro non esaltanti, ma superbo l’atteggiamento con cui è sceso in campo quest’oggi: in difesa non ha ceduto di una virgola, 10 rimbalzi totali di cui 2 in attacco, grande tenacia nel buttarsi su ogni palla vagante e una tripla importantissima a metà del quarto e decisivo periodo. L’uomo della serata.

Benfatto 6,5 – Picchiato, in senso figurato, ovviamente, per tutta la partita dai lunghi avversari, Benfa non ha perso la testa per i non fischi arbitrali, anzi, è rimasto molto concentrato e deciso ad aiutare la sua squadra a portare a casa questa importantissima vittoria. Anche per lui percentuali bassissime al tiro, con alcuni errori davvero banali, ma ottimo il lavoro a rimbalzo e in contenimento di Soloperto, almeno 3 dei 5 falli commessi dal lungo teatino sono opera del Benfa.

Mays 7,5 – Prestazione da incorniciare per Julius, autore di una partita a tutto tondo: tanto attacco come al solito, ma anche tanta, tantissima difesa, dove non si è di certo tirato indietro nel confronto con Deloach e ha recuperato diversi palloni negli aiuti in post basso. Tanti punti ad inizio partita, nel momento più buio della Mobyt, che è rimasta in questa fase a contatto proprio grazie ai canestri del numero 34. Si scalda subito con una tripla e un’azione da 3 punti con fallo e canestro, ma Deloach si rianima e chiude gli spazi sul perimetro, costringendolo a mettere palla per terra con risultati non sempre favorevoli. Nel secondo tempo gli spazi si allargano e, nonostante alcuni errori di troppo, arrivano triple importanti. Chiude con 24 punti, 5 rimbalzi e 2 assist.

Ferri 7,5 – Altra partita da vero leader per Ferri, tralasciando i tanti errori al tiro (2/7 dal campo). Come al solito non è qualche errore di troppo in fase offensiva a scoraggiarlo; dall’altra parte, infatti, mette tutto quello che ha per cercare di difendere il più possibile la propria area dalle incursioni del play avversario Passera. Il capitano c’è, e si vede.

Amici 6,5 – Ancora una buonissima gara per il pesarese, fondamentale soprattutto in difesa. Un altro traguardo importante nell’economia della gara è stato il 5° fallo di Soloperto, causato proprio da una sua grande difesa in anticipo sul post basso. Ultimo, anche se non per importanza, il suo ottimo lavoro a rimbalzo in attacco, punto di forza della Mobyt di questa serata. Amici si sta dimostrando partita dopo partita, un grande giocatore in uscita della panchina, soprattutto in ottica di playoff.

Bottioni 5,5 – Pochissimi minuti per lui questa sera, a causa della scelta del coach di giocare quasi esclusivamente con i titolari. Bottioni rimane in campo per poco meno di 4 minuti nei quali, però ha il tempo per sbagliare 3 tiri dal campo, di cui 2 apertissimi, fuori dalla linea dei 3 punti.

Pipitone n.g. – Furlani sceglie di tenerlo in panchina per la maggior parte della gara; finalmente fa il suo ingresso in campo, ma per pochi minuti in cui cattura un solo rimbalzo.

Andreaus n.g. – solo 4 minuti e un tentativo dal campo, troppo poco per giudicare.



Leaderboard Derby 2019
leaderboard myes
Leaderboard Global