Festa ancora una volta rinviata per la SPAL, che nel primo match point disponibile coglie un deludente pareggio interno per 1-1 contro la Virtus Vecomp. Rimpianti notevoli alla luce della fragorosa sconfitta interna della Torres contro il già promosso Bassano. E’ il quinto pareggio consecutivo in questo finale di stagione. La SPAL di oggi non ha offerto una prestazione brillantissima, forse a causa della pressione psicologica che ha bloccato, soprattutto nel primo tempo, molti dei suoi giocatori. La Virtus Vecomp Verona, invece, che sembrava la vittima designata, ha giocato una buona partita, rischiando anche di vincere nel finale, ma ha pagato lo scarso peso in fase offensiva.

Iniziano meglio di ospiti e al 4′ vanno già vicini al vantaggio, con la girata di Scapini in mezzo all’area che termina fuori di un soffio alla destra di Menegatti. È la Virtus a condurre le operazioni, mentre la SPAL sembra bloccata dalla tensione della posta in palio. Al 9′, però, bella azione costruita sull’asse di destra dai biancazzurri, con Lazzari che, servito da Cozzzolino, mette in mezzo dove Varricchio non arriva, ma Allegrini sfiora un clamoroso autogol. La fase centrale del primo tempo lascia bene poche cose da ricordare, fino al 32′ quando su una rimessa lunga di Sereni, Silvestri allunga di testa sul secondo palo per Varricchio che si coordina mirando all’incrocio, ma Paleari mette in angolo. Quattro minuti dopo è Cozzolino a far gridare al gol, con un bellissimo gesto tecnico sul secondo palo, prima controllando di destro per mandare fuori tempo Allegrini e poi tirando di sinistro, con Paleari costretto ad un vero e proprio miracolo.

La Spal rientra in campo sapendo che dagli altri campi arrivano solo buone notizie, visti i pareggi di Mantova e Torres. È il suo capitano a provare a suonare la carica dopo due minuti con tiro che termina poco altro sopra la traversa. Senza creare nitide occasioni e, con un arbitraggio decisamente all’inglese, la SPAL preme comunque con più decisione, anche se, al 63′ rischia grosso, con Menegatti che deve sporcarsi i guanti per respingere il tiro di Boldini abile a sorprendere con un inserimento una difesa biancazzurra un po’ statica nell’occasione. Passato lo spavento è la SPAL a trovare il gol del tanto atteso vantaggio al 65′, con Varricchio che sbuca sul secondo palo e di destro non lascia scampo a Paleari, sulla lunghissima rimessa con le mani di Sereni. Una rete che libera la gioia del popolo ferrarese, che vede la Lega Pro unica ad un passo, visti i risultati favorevoli dagli altri campi. La Virtus però non lascia nulla di intentato, con mister Fresco che utilizza tutti i cambi a sua disposizione e nel finale passa al 4-4-2. Al 71′ è Scapini a sfiorare il pareggio con un diagonale che termina poco a lato sul quale Menegatti arriva con le unghie. La SPAL prova a chiudere la partita al 73′ con Buscaroli che, su angolo di Paro, si stacca dalla marcatura e colpisce di testa, ma una deviazione evita il gol. Al 77′ arriva la doccia fredda: Pompilio si avvicina all’area di rigore e ha tutto il tempo e lo lo spazio per mirare e battere Menegatti alla sua sinistra. Il pareggio abbatte i giocatori di casa che negli ultimi soffrono parecchio, rischiando anche di perdere clamorosamente. Al’ 80′ su cross di Boldini,  Pompilio prima devia malamente favorendo l’intervento di Menegatti e poi spara alto da buona posizione su assist del neo-entrato Conti. Due minuti dopo, sul fronte opposto, bella girata di Personè su cross di Lazzari con Paleari che blocca. Rischiano però ancora i padroni di casa all’88’ con la conclusione di Pompilio ancora una volta alta servito da Conti. Non succede più nulla fino al 94′, nonostante gli assalti confusi dei biancazzurri alla porta veronese. Festa rimandata, per salire al piano superiore serviranno tre punti nella sentitissima sfida tra Mantova e SPAL in programma tra due settimane.

SPAL-VIRTUS VECOMP VR 1-1 (0-0)

SPAL (352): Menegatti; Silvestri (dal 41′ s.t. Paloni), Buscaroli, Giani; Lazzari, Landi, Capellupo (dal 24′ s.t. Arrigoni), Paro, Sereni; Varricchio, Cozzolino (dal 35′ s.t. Personè). A disp.: Coletta, Paloni, Fantoni, Berretti, Falomi. All.: S. Baldoni (Gadda squalificato).
VIRTUS VECOMP (352): Paleari; Peroni, Frendo (dal 30′ s.t. Conti), Allegrini; Cosner (dal 20′ s.t. Oviahon), Boldini, Pompilio, Lechtaler, Bolcato; Nalini (dal 9′ s.t. Odogwu), Scapini. A disp.: Pavanello, Conti, Iorio, Mazzetto, Santuari. All.: L. Fresco.

ARBITRO: Marinelli di Tivoli (Assistenti: Bercigli e Gnarra).
MARCATORI: 19′ s.t. Varricchio (S), 30′ s.t. Pompilio (V).
AMMONITI: Paro (S).
NOTE: giornata annuvolata, temperatura gradevole, campo in discrete condizioni. Angoli 8-4 per la SPAL. Recupero: 0′ p.t., 4′ s.t.



Leaderboard Derby 2019