Il pareggio contro la Virtus Vecomp di certo non ha reso indimenticabile la domenica dei tanti tifosi spallini accorsi al Paolo Mazza, ansiosi di festeggiare. Il popolo biancazzurro sperava di chiudere la pratica Lega Pro unica contro la squadra veneta, in modo da rendere le prossime due partite delle mere formalità per la statistica. Purtroppo, in piena linea con la sua storia recente, la SPAL ha scelto di complicarsi la vita e il suo destino dipenderà proprio dai prossimi due incontri.

Già ieri a fine partita impazzavano i conti per tentare di capire cosa deve succedere perché la SPAL ottenga finalmente l’aritmetica certezza di salire di categoria. Le combinazioni sono più numerose del previsto, considerando che nel lotto delle contendenti per i primi otto posti sono rientrate in extremis anche Forlì e Delta Porto Tolle. Romagnoli e polesani stazionano a quota 45, a cinque punti di distanza dalla SPAL e a soli tre dal Mantova che attualmente occupa l’ottava piazza. Quattro biglietti per la futura Lega Pro Unica sono già stati staccati (quelli di Bassano, Monza, Alessandria e Renate), ne restano altrettanti, più quello messo in palio dai playout. Di seguito la situazione di classifica e i rispettivi calendari. La presenza del segno @ davanti alla squadra significa gara in trasferta.

Real Vicenza 51 (33^ @V. Vecomp // 34^ Rimini)
Santarcangelo 51 (33^ @Monza // 34^ Bassano)
SPAL 50 (33^ @Mantova // 34^ Bellaria)
Mantova 48 (33^ SPAL // 34^ @Torres)

Torres 46 (33^ @Rimini // 34^ Mantova)
Delta Porto Tolle 45 (33^ Forlì // 34^ @Alessandria)
Forlì 45 (33^ @Delta // 34^ Pergolettese)
Cuneo 43 (33^ @Bellaria // 34^ V. Vecomp)

Guardando il calendario appare chiaro che alla SPAL basteranno due punti nelle prossime due gare per chiudere la pratica senza eccessive ansie. Ovviamente una vittoria in trasferta al “Martelli” di Mantova peserebbe come un macigno sulla bilancia, spingendo i biancazzurri al piano superiore con un turno d’anticipo. Diversamente, bisognerà attendere lo scontro col già retrocesso Bellaria in programma il 4 maggio. Per fortuna della SPAL sono previsti parecchi scontri diretti, in primis quello tra le dirette contendenti Torres e Mantova all’ultima giornata, ma anche quello tra Delta e Forlì che aiuterà a prevenire eventuali e clamorose rimonte dell’ultimo minuto. Esiste addirittura la possibilità di festeggiare anche in caso di sconfitta contro i virgiliani, a patto che il Rimini batta la Torres e che Delta e Forlì chiudano in parità lo scontro diretto del 27 aprile a Porto Tolle.



Leaderboard Derby 2019