E’ un boccone enormemente amaro quello che la SPAL e i suoi tifosi devono ingoiare a Mantova. I virgiliani vincono 1-0 con un gol a due minuti dal termine, complice una prova troppo timida dei biancazzurri, rimasti anche in dieci dopo un quarto d’ora della ripresa per l’espulsione di Silvestri. Malgrado il KO del Martelli la squadra di Gadda poteva festeggiare comunque, vista la contemporanea sconfitta della Torres a Rimini e il pari tra Delta e Forlì. Proprio i romagnoli sono i guastafeste di giornata, col gol del 2-1 a tempo scaduto sul campo dei polesani. Tutto inviato all’ultima giornata quindi, contro un Bellaria che non dovrebbe costituire un ostacolo, a meno di un incredibile suicidio spallino. Si prospetta una settimana molto lunga in casa SPAL.

LA CRONACA – La squadra allenata da Carlo Sabatini vuol fare bella figura davanti al suo pubblico e parte subito forte quando al 3’ Masini vanifica una buona manovra virgiliana controllando malamente la sfera al centro dell’area. Passano soltanto quattro minuti quando lo stesso numero nove locale viene atterrato da Giani al limite dell’area, si incarica della punizione Quadri che calcia a lato.  La SPAL comincia a farsi vedere nell’area avversaria dal 9’ con Cozzolino che dopo aver seminato un avversario calcia in mezzo senza trovare nessun compagno; nell’azione successiva l’attaccante campano prova a bucare la difesa di casa venendo fermato in maniera irregolare.  Al 12’ il migliore di giornata, Capellupo, approfitta di un cattivo disimpegno della difesa di casa e lascia partire un destro che, dopo essere stato deviato, si spegne alla destra del portiere Festa. Giunge la mezz’ora del primo tempo e la SPAL si fa pericolosa con una cross dalla sinistra di Fantoni, per i virgiliani ci pensa l’esperto Olivi a chiudere in angolo. E’ un buon momento per i biancazzurri: dopo aver recuperato una palla nella mediana, Landi si libera di un avversario nei pressi del calcio d’angolo e tenta un passaggio filtrante verso Cozzolino, senza riuscire a pescarlo a causa di un ottima diagonale del centrale difensivo biancorosso. Al 35’ Fantoni lascia rimbalzare il pallone troppe volte dando la possibilità all’avversario di impossessarsi della palla: l’esterno estense è così costretto al fallo. Sugli sviluppi della punizione Cozzolino (oggi veramente commovente per l’impegno messo in campo) libra l’area. Al 40’ c’è la prima vera e propria occasione da rete per i biancazzurri: Cardin anticipa Cozzolino sulla linea di porta evitando così la capitolazione. Il primo tempo si chiude con un brivido per i ferraresi al 44’ quando, dopo un azione confusa nell’area estense, la palla termina fortunatamente a lato del palo difeso da Menegatti.

Il secondo tempo vede entrare in campo le squadre con un atteggiamento più difensivo infatti per arrivare alla prima occasione degna di nota bisogna andare al 60’ quando Cozzolino raccoglie un passaggio ben calibrato di Capellupo; il centravanti spallino arrivato davanti al portiere avversario calcia debolmente.  Un minuto più tardi, l’arbitro Morreale di Roma sventola il secondo cartellino giallo a Silvestri che lascia così la SPAL in dieci uomini. I ragazzi di Gadda stringono i denti, ma in partite come queste un uomo in più si sente eccome: il Mantova alza il ritmo redendosi pericoloso al 69’ e al 80’ con Floriano. I biancorossi spingono e al 89’ trovano la via del gol sempre con Floriano in un’azione probabilmente viziata da un precedente fallo di mano. I risultati dagli altri campi non garantiscono ancora la matematica certezza della promozione in Lega pro unica, appuntamento quindi all’ultima di campionato in casa con il già retrocesso Bellaria. Non c’è nemmeno bisogno di dirlo: obiettivo minimo tre punti.

MANTOVA-SPAL 1-0 (0-0)

MANTOVA (4231): Festa; Cardin, Bini, Olivi, Donazzan (dal 36′ s.t. Baltieri); Creati, Quadri (dal 23′ s.t. Fortunato); Schiavini (dal 16′ s.t. De Respinis), Fioretti, Floriano; Masini. A disp: Bavena, Rickler, Spinale, Gilioli. All: C. Sabatini.

SPAL (532): Menegatti; Lazzari, Silvestri, Lebran, Giani, Fantoni; Landi, Capellupo, Berretti (dal 36′ s.t. Arrigoni); Falomi (dal 16′ s.t. Paloni), Cozzolino (dal 42′ s.t. Personè). A disp.: Coletta, Di Quinzio, Vita, Pandiani. All. M. Gadda.

ARBITRO: Morreale di Roma (assistenti: Semperboni e Rugini)
MARCATORI: Floriano (M) al 43′ s.t.
AMMONITI: Silvestri (S), Bini (M)
ESPULSI: Silvestri (S) al 15′ s.t. per doppia ammonizione.
NOTE: giornate grigia e fredda. Angoli 8-4 per il Mantova. Recuperi: p.t. 2′, s.t. 4′. Spettatori: 3.829 (1.398 abbonati + 2.431 paganti, di cui 162 giunti da Ferrara) per un incasso totale di 26.321 euro.



Leaderboard Derby 2019