In base alla logica secondo cui non c’è due senza tre, dopo Bellemo e Rosina alla SPAL potrebbe arrivare un altro giocatore reduce dalla dissoluzione del Padova. Si tratta di Elia Legati, difensore classe 1986 nativo di Fidenza. Un nome importante e di spessore, ma che la dirigenza spallina sta tenendo d’occhio ormai da diverse settimane, con la convinzione che possa essere l’elemento giusto per blindare la retroguardia di Oscar Brevi.

Legati in questo momento è svincolato e libero di accasarsi dove meglio crede e conta una discreta schiera di ammiratori, anche in serie cadetta. Ma l’affare non è impossibile, perché il ds Vagnati sembra essersi mosso con tempismo. Il giocatore ha trascorso tre stagioni e mezza a Padova in serie B, prima di passare un periodo di sei mesi in prestito al Carpi. Alto 188 centimetri, comporrebbe una perfetta coppia centrale con Daniele Gasparetto, già suo compagno di squadra ai tempi del Legnano (stagione 2007-2008) sotto la guida dell’ex spallino Egidio Notaristefano. In quella stagione con la maglia lilla i due diventarono punti fermi e chiusero al settimo posto un combattuto campionato di Prima Divisione. Basterà questa vecchia amicizia per convincere Legati a prendere casa dalle parti del Castello? Al momento non è dato a sapere, ma sviluppi sono attesi presto, forse già dalla prossima settimana.



Leaderboard Derby 2019