Alla ripresa della settimana di allenamenti che porterà alla sfida con il Santarcangelo, abbiamo raccolto le parole di Gasparetto, Togni e del ds Vagnati.

DAVIDE VAGNATI
“La sconfitta di sabato fa parte del gioco del calcio, secondo me si sta troppo enfatizzando la situazione. Sicuramente non abbiamo fatto bene, ma da qui a far dei processi c’è molta differenza. Abbiamo un progetto, ci crediamo e siamo fermamente convinti di avere una squadra adeguata ai nostri obiettivi. Dobbiamo guardare alla quotidianità per crescere: la prossima partita, che è la più importante dell’anno, è tra pochi giorni e abbiamo già la possibilità per rimetterci in carreggiata. Stiamo calmi, mi dispiace solo per i nostri tifosi che hanno fatto molti chilometri per vedere una prestazione non all’altezza delle aspettative”.

DANIELE GASPARETTO
“Siamo molto dispiaciuti per le due sconfitte subite. Nel bene e nel male credo che il segreto sia sempre quello di guardare avanti: nel nostro caso parlare poco di Savona. Che potevamo dare di più lo sappiamo bene, però a volte nel calcio le partite si vincono e si perdono anche per gli episodi. A mio modo di vedere la squadra ha degli ottimi valori umani e tecnici, sono convinto che il tempo ci darà ragione. Aver preso sei gol in due partite certamente è un dato rilevante che ci fa capire che il lavoro da fare è ancora tanto, la squadra è tutta nuova quindi col tempo riusciremo ad amalgamarci al meglio. Sicuramente già da sabato dovremo dimostrare con i fatti il nostro processo di crescita. Troppi gol a difesa schierata? Senza dubbio abbiamo commesso degli errori, io per primo, ma siamo qui per lavorare e migliorare sotto ogni punto di vista”.

EUGENIO ROMULO TOGNI
‘’Cosa non è andato? Abbiamo preso sei gol in due partite! (ride). Io sinceramente non vedo tutta questa negatività, anzi vedo dei miglioramenti. La prima partita siamo durati venticinque minuti, la seconda un tempo intero creando anche diverse occasioni. Sicuramente aver preso gol subito ha influito sull’esito della partita. Il calcio funziona anche e soprattutto con episodi, la squadra è nuova. È solo di questione di aver pazienza, in Italia c’è questa mentalità: se qualcosa non va bene una partita lo si cambia. Non è sempre così, la squadra ha qualità importanti, appena impareremo a conoscerci emergeranno i nostri valori. Dobbiamo solamente migliorare nella concentrazione e nel provare a credere di più nei nostri mezzi. So che non è facile ma abbiate ancora un po’ di pazienza”.

NOTE DAL CAMPO: Germinale non ha preso parte alla seduta di allenamento per accertamenti medici dopo aver ricevuto una botta alla testa nella partita contro il Savona; per Ferretti e Aldrovandi programma differenziato, entrambi in ripresa dai rispettivi infortuni.



Leaderboard Derby 2019