Contro la Bakery Piacenza è andato in scena lo show personale di Kenny Hasbrouck, ma anche il resto del cast ha riservato numeri degni di nota. In prima fila troviamo un Castelli finalmente incisivo e un Huff decisamente più in partita rispetto alle occasioni precedenti.

Castelli 7,5 –  Il pubblico lo chiamava a gran voce e lui, finalmente, ha risposto. Una prestazione davvero solida da entrambe le parti. L’attitudine per il lavoro ce l’ha, le doti tecniche, pure. Si tratta di un giocatore destinato a diventare fondamentale per questa squadra.

Amici 6,5 –  Solita partita focosa per l’esterno pesarese, questa volta forse troppo. Viene espulso con un fischio che non entra nelle regole del basket ed è costretto a rientrare negli spogliatoi anzitempo. La sua gara non è stata delle migliori, però ha dato comunque solidità alla squadra soprattutto in difesa. Peccato per degli errori al tiro che di solito non sono da lui.

Ferri 6 – Ancora un’altra gara piuttosto incolore per il capitano, che in questo inizio campionato sta cercando soprattutto di mettersi al servizio della squadra e mettere in ritmo i compagni (6 i suoi assist a fine gara). Come al solito molto ordinato in cabina di regia, rispetto alle prime tre gare oggi si è preso qualche tiro in più, ma gli dei del basket non sono stati dalla sua parte.

Benfatto 6,5 – Una presenza importante al centro dell’area pitturata. Cavalcato dai compagni soprattutto ad inizio 3° periodo, si è sempre fatto trovare pronto nonostante la fisicità e il gioco dei lunghi avversari, alquanto avvezzi a mettere le mani addosso sotto il tabellone.

Hasbrouck 8 – Ancora una volta è lui il migliore della squadra. Un vero trascinatore con i suoi canestri e le sue giocate. Quando è seduto in panchina l’attacco fa molta più fatica a trovare agevolmente la via del canestro. In difesa poi è un leone, lotta su tutti i palloni e non lascia mai respirare il suo diretto avversario. Una pedina davvero fondamentale nello scacchiere di coach Furlani.

Huff 6,5 – Finalmente anche Troy è riuscito a scrollarsi di dosso un po’ della tensione che aveva accumulato in questi primi scampoli di campionato. Furlani lo mette in campo, il pubblico lo acclama a gran voce e lui prova in tutti i modi di essere utile alla squadra. Anche per lui un po’ troppi errori al tiro, tutti su conclusioni ottimamente prese, ma l’atteggiamento si sta trasformando in quello giusto.

Bottioni 6 – Solita gara composta per lui, anche se quest’anno attacca molto di più il ferro, fortunatamente. Anche lui piuttosto martellato dai suoi diretti avversari, segna una tripla importante (l’unico tiro della sua gara) in un momento decisamente importante.

Casadei 6,5 – Come nella partita di mercoledì scorso, segna una bomba nel momento migliore degli avversari ricacciandoli indietro. Per il resto la sua esperienza fa scuola all’interno del campo da gioco.

Pipitone 6 – Al ritorno dall’infortunio gioca solo 13 minuti, ma quando è in campo fa vedere ottime cose, soprattutto a rimbalzo, fondamentale in cui i biancazzurri si stanno mostrando un po’ carenti. Segna due bei canestri da sotto, ma Furlani non vuole rischiare di perderlo ancora (e perdere la lunghezza della panchina) e lo tiene a sedere per molto tempo.



Leaderboard Derby 2019
leaderboard myes
Leaderboard Global