Oscar Brevi è uno che bada al sodo e per esprimere le sue idee non usa tanti giri di parole. Nell’incontro con i giornalisti in vista dell’appuntamento di Coppa Italia (mercoledì 22 ottobre alle 20.30 al Paolo Mazza contro l’Unione Venezia), l’allenatore spallino veste i panni del ragioniere intento a risolvere la pratica Venezia facendo i conti con squalifiche e infortuni, dopo aver archiviato la sconfitta di Prato. “Da dove ripartiamo? Dalla Coppa Italia, della sconfitta di Prato abbiamo già detto e scritto tutto. E’ stata una partita dominata, ma ora guardiamo alla gara di Coppa, ricordando che sabato c’è di nuovo il campionato”.

LA CONTA- Alla ripresa degli allenamenti, si è delineata meglio la situazione degli indisponibili in casa SPAL. De Cenco con la caviglia ancora gonfia non ha lavorato, la stessa sorte è toccata a Giani, Gasparetto e Filippini. “Anche Fioretti non è al massimo, – informa Brevi – De Cenco e Lazzari non sono disponibili per la Coppa e spero che lo staff medico ci dia una grossa mano per sabato. Ci sono tanti giocatori alle prese con postumi da trauma. Proveremo a impiegare Germinale, squalificato in campionato”.
La Coppa Italia è di troppo in questo momento e Brevi non usa mezzi termini: “A livello numerico non abbiamo la situazione ideale per preparare la partita al meglio. L’impegno ci sarà, ma una gara va preparata con il lavoro. Giani e Gasparetto sono fuori e quindi la linea difensiva ha gli uomini contati. Non posso rischiare di perdere Aldrovandi o Silvestri per sabato nella trasferta di Grosseto. Gentile è squalificato in Coppa. Dispiace, perché ci sarebbero alcuni giocatori che potrebbero mettere minuti nelle gambe, ma non posso rischiare di non averli a disposizione sabato”.

RIENTRANO LAZZARI E VERATTI?- “La possibilità di vedere Lazzari e Veratti? Facciamo il caso di Manuel. Non gioca da tempo. E’ una partita ufficiale, quindi dovrebbe restare in campo novanta minuti se tutto va bene. Poi se sabato ne ho bisogno? E’ disponibile? Dobbiamo gestire le risorse. Non abbiamo una rosa completa. In una situazione diversa, la Coppa sarebbe stata utile per fare esperimenti o mettere minuti nelle gambe a chi gioca meno. In pratica, dopo due giorni saremo di nuovo in campo con tanti assenti a Grosseto. Quindi, per la Coppa dovremo attingere dalla Berretti”.

CHANCE PER I BERRETTI- Laquaglia, Concas, Atzori, Sorrentino e Scarpi. Questi i Berretti che si sono allenati con la prima squadra: “Ne porteremo sette-otto tra campo e panchina. Diamo un’opportunità a questi ragazzi in un incontro ufficiale. Non sarà semplice. Ma in situazioni come queste occorre attingere dal proprio settore giovanile”.

VENEZIA- Sull’avversario, che domenica sera ha esonerato il tecnico Alessandro Dal Canto (al suo posto per il momento il tecnico della Berretti Maurizio Rossi) il tecnico milanese non si sbilancia: “Non so come affronteranno la gara e che impegno metteranno in Coppa. Non hanno ancora scelto il nuovo mister, quindi è difficile prevedere quello che faranno. Guardo in casa nostra. Faremo il possibile, ma ci sono tanti punti di domanda”.

PRESENTAZIONE DEL SETTORE GIOVANILE- La società, al termine dell’incontro col mister, ha comunicato che nell’intervallo di SPAL-Venezia saranno presentate al pubblico le formazioni del settore giovanile spallino dalla Berretti di Varricchio agli allievi dell’Accademia Spal.



Leaderboard Derby 2019
leaderboard myes
Leaderboard Global