La SPAL trionfa a Grosseto. Migliore in campo senza alcun dubbio Finotto. Molto bene anche Landi e Togni.

MENEGATTI 6 – Parate ben eseguite, di ordinaria amministrazione e qualche buona uscita alta nel finale per dare sicurezza alla squadra in un momento delicato. Forse sul primo gol avrebbe potuto incutere più timore a Burzigotti con un’uscita appena fuori dall’area piccola, ma è sempre difficile valutare simili scelte.

FERRETTI 6.5 – Altra buona prova da parte del terzino di proprietà del Milan. Partita ordinata, di sostanza e con senso della posizione sintomo che l’esperienza per il nativo di Marsiglia sta crescendo e non poco. Tenta anche qualche buona sgroppata offensiva.

(dal 30’ s.t. LAZZARI) 6 – Entra nel finale come terzino basso. Prende qualche fallo in uscita con il pallone ai piedi e spezza il ritmo di un Grosseto arrembante. Spina nel fianco.

LEGITTIMO 6 – Partita sufficiente ma con qualche piccola sbavatura. Nell’occasione del secondo gol toscano scala male e concede la conclusione a Formiconi. Nel finale la sua forza fisica è preziosissima e spazza tantissimi palloni lontani dalla porta biancazzurra.

CAPECE 7 – Ma siamo proprio sicuri che non sia un difensore di ruolo? Diciamo questo perché il biondo ex Ascoli continua a sfornare prestazioni più che positive partita dopo partita. Di testa le prende quasi tutte lui e il suo senso della posizione è davvero invidiabile.

SILVESTRI 6 – Partita difficile contro i forti attaccanti Pichlmann e Torromino. Se la cava abbastanza bene. Probabilmente la sua palla colpita di testa nel primo tempo era entrata in quello che possiamo considerare il classico gol fantasma.

ALDROVANDI 6 –Per lui vale lo stesso discorso fatto poco sopra in merito al suo compagno di reparto. Perde malamente Burzigotti in occasione del vantaggio toscano ma si riscatta nella ripresa andando a pulire più volte i sedici metri difensivi della Spal.

GENTILE 6.5 – Nel primo tempo è abbastanza spaesato. Perde davvero troppi palloni e gli inserimenti si contano sulle dita di una mano. Non si sa cosa gli abbia detto esattamente Brevi ma nella ripresa l’ex Savona tira fuori grinta e personalità e si rende molto utile alla causa spallina. Colpisce una traversa con un colpo di testa che avrebbe meritato sicuramente miglior sorte e regala a Finotto la palla della vittoria.

TOGNI 7 – Finalmente il Togni che tutti aspettavano. Finalmente il giocatore che fa la differenza battendo i calci piazzati con i giri giusti, finalmente il centrocampista che abbina la qualità alla quantità. Finalmente Eugenio Romulo Togni, padrone incontrastato della linea mediana della SPAL a Grosseto.

LANDI 7.5 – Lo abbiamo detto varie volte e lo ribadiamo molto volentieri: Landi è il Florenzi estense. Nel primo tempo salva la SPAL dal possibile 0-2: fondamentale il suo recupero su Lugo. Da manuale del calcio il gianduiotto offerto a Finotto in occasione del momentaneo 2-2. Davvero un giocatore imprescindibile.

FINOTTO 8 – Prestazione sublime da parte del man of the match odierno. Nel primo tempo danza sul pallone varie volte, gioca a testa alta con una qualità davvero da categoria superiore. Sul secondo gol è bravo a seguire l’azione condotta da Landi, mentre sul terzo è freddo come il sangue di un cobra nel trafiggere Mangiapelo. Una doppietta che rende merito a un giocatore che per quanto ha fatto vedere finora nella stagione non può che essere definito decisivo.  Bella storia.

(dal 34’ s.t. VERATTI) s.v. – Troppo poco per essere giudicato. Entra nel finale a far la lotta con la difesa toscana per difendere il vantaggio. Missione compiuta.

FIORETTI 6.5 – Non è al meglio della condizione e si vede. Reclama senza troppe pretese un rigore a metà del primo tempo e poco dopo da vero opportunista sigla l’importante momentaneo 1-1 che consente alla SPAL di rimanere aggrappata alla partita. Lottatore.

(dal 42’ s.t. GIANI) s.v. – Entra e partecipa alla trincea finale.

All. BREVI 7.5 – La sua SPAL continua a frequentare le zone alte e buona parte dei meriti sono suoi. Nonostante le tante assenze mantiene inalterato l’assetto di gioco che sta facendo le fortune della squadra. Crede in Finotto e gli risolve la partita. Ora però sarà un problema risolvere il possibile dualismo che si creerà tra il mattatore di giornata e Germinale. Ad avercene comunque di problemi così.

 

GROSSETO: Mangiapelo 6, Formiconi 6,5, Boron 5,5, Mariotti 5,5, Burzigotti 6,5, Varricchio 6 (dal 36’s.t. Giovio s.v.), Verna 5,5, Onescu 6, Pichlmann 5, Lugo 6 (dal 21’ s.t. Masia 6), Torromino 6,5. A disp.; Berardi, Albertini, Elez, Massimo, Finazzi. All. Silva 6.

Foto di Fabrizio De Simone



Leaderboard Derby 2019
leaderboard myes