Serata a dir poco amara in casa Mobyt dopo la seconda sconfitta consecutiva rimediata, questa volta, sul parquet di casa contro l’Industrialesud Roseto. Fiammate e parziali da una parte e dall’altra, con i tifosi ferraresi speranzosi fino alla fine di mettere la lettera V su questa partita. Speranze vane, alla fine.

Inizio non certo dei migliori per i biancazzurri: nonostante un Huff da 5 punti consecutivi infatti è l’attacco rosetano a farla da padrone guidato da uno scatenato Janelidze ed è 9-16 Sharks alla metà dal primo periodo. Finalmente anche l’attacco ferrarese comincia a dare i suoi frutti, causa anche la sfuriata di coach Furlani durante un inevtabile time-out: prima Benfatto appoggiando al tabellone poi Hasbrouck con la prima tripla di serata (14-18). Da qui la Mobyt dà un giro di vite in difesa. Risultato: tre recuperi facili e inevitabili contropiede conclusi con sottomano di Hasbrouck e con un gran alley-oop tutto USA, sull’asse Hasbrouck/Huff, che danno il primo vantaggio ai padroni di casa (22-18). Sul finire di quarto però, un’altra fiammata degli abruzzesi che, complici gli arbitri, tornano in vantaggio di 2 punti alla prima sirena (22-24).
Comincia il secondo quarto e si sveglia Alessandro Amici: solita difesa forte, rimbalzo in attacco, sottomano e gran schiacciata in contropiede; in un amen la Mobyt ritorna in vantaggio per 30-26. Gli Sharks però, non vogliono cedere e guidati dai tanti stranieri del roster, in primis Moreno e Pitts, mettono a segno un contro-parziale di  10-1 (31-36), aiutati anche dall’attacco ferrarese che con la zona messa in atto dagli avversari, non trova più la via del canestro. Negli ultimi minuti gli arbitri sembrano scordarsi di avere un fischietto al collo, soprattutto per quanto riguarda i falli sui giocatori ferraresi e così si arriva all’intervallo lungo con Roseto in vantaggio di 5 punti (31-36).

Dopo la pausa, la musica non sembra cambiare. Casadei segna i primi due punti della ripresa, ma l’inizio è tutto di Roseto: Jackson segna la tripla, poi Janelidze e Pitts realizzano 4 punti in fila per il nuovo +10 (33-43). Ferrara rimane a galla con la tripla di Hasbrouck, ma è la difesa che questa sera sembra avere problemi, soprattutto per quanto riguarda i lunghi rosetani, liberi di segnare in tutta disinvoltura. A 4’52” dal termine Furlani è costretto al secondo time-out in pochi minuti, per dare una scossa ai suoi giocatori che sembrano aver perso tutto il mordente concedendo tanti punti agli avversari che ringraziano e volano sul +16 (38-54). Come ormai di consueto quest’anno, la Mobyt nei momenti di difficoltà si affida al talento di Kenny Hasbrouck che con 5 punti consecutivi, più un appoggio facile di Amici, riporta la squadra sotto di 10 punti (44-54). Sul finire del quarto, però, i biancazzurri si svegliano e grazie a 5 punti di Amici e un canestro di Castelli, vanno all’ultimo riposo con 5 punti di svantaggio (51-56).
Tornano in campo le due squadre ed il parquet del Pala Hilton Pharma si tinge di biancazzurro: Castelli segna due triple consecutive che riportano la Mobyt in vantaggio (57-56), Amici è un leone soprattutto a rimbalzo d’attacco e la difesa, ora a zona 3-2, dà i suoi frutti mettendo in difficoltà l’attacco abruzzese. Momenti della partita piuttosto delicati, in cui a farla da padrone sono la fisicità e la voglia di vincere: Jackson impatta con la tripla il punteggio sul 59-59 a metà dell’ultimo periodo e da qui è tutto da giocare. Hasbrouck segna da 3 e rimette la Mobyt con il muso in avanti, ma Moreno risponde per le rime. Un paio di palle perse dall’attacco ferrarese, però, consentono agli ospiti di segnare un nuovo mini parziale che li riporta in vantaggio di 4 (62-66) con 1’26” per finire la partita. 1 minuto di pura follia per i padroni di casa: non segnano più in attacco, perdono due palloni sanguinosi e la gara finisce con la vittoria di Roseto per 62-69.

MOBYT FERRARA – INDUSTRIALESUD ROSETO  62-69
parziali (22-24); (9-12); (20-20); (11-13)

MOBYT FERRARA: Huff 13, Castelli 8, Ferri, Benfatto 9, Hasbrouck 15, Bottioni, Amici 13, Casadei 4, Pipitone, Verrigni n.e., Proner n.e., Ghirelli n.e. All.: Adriano Furlani

INDUSTRIALESUD ROSETO: Pitts 17, Marini 2, Janelidze 17, Jackson 18, Moreno 7, De Dominicis, Amorese n.e., Ferraro 13, Ippedico n.e., Chavadov n.e., Bryan n.e. All.: Antonio Trullo



Leaderboard Derby 2019