Nell’ultimo match del 2014 la Mobyt coglie una vittoria sofferta al Pala Hilton Pharma contro l’Europromotion Legnano. Prima metà di quarto all’insegna della fisicità sotto i tabelloni: i lunghi biancazzurri infatti, subiscono l’aggressività e l’atleticità di Krubally a rimbalzo d’attacco, che consente agli avversari di avere sempre una seconda occasione. Così Legnano riesce a mettere a segno il primo mini parziale (4-9) della serata dopo la buona partenza dei biancazzurri. Coach Martelossi richiama i suoi in panchina per cercare di dare una scossa ad un attacco piuttosto macchinoso; scossa che i giocatori in campo recepiscono alla perfezione: prima Ferri con il jumper dalla media, poi sempre il capitano con una tripla allo scadere dei 24 secondi e infine Castelli, sempre dai 6’25” firmano il contro-sorpasso Mobyt (14-11). Da qui in poi entrambi gli attacchi cominciano ad ingranare, soprattutto dalla lunga distanza con Merchant a sancire la parità e subito dopo Huff per il nuovo +3 estense (17-14). Gli ultimi due minuti sono tutti del capitano che con il piazzato in arresto e i due tiri liberi, porta le due squadre al primo riposo con il punteggio sul 21-14.

Le due squadre ritornano sul parquet ed è ancora la Mobyt a macinare punti facendo cose semplici in attacco, spesso le migliori, e mettendo a punto le prime prove pratiche di allungo, portandosi sul 27-14. Dopo le scintille di inizio quarto, la situazione sembra entrare in stallo: i biancazzurri non riescono più a segnare, dando la possibilità agli avversari di rientrare in partita con 8 punti consecutivi che li portano sul -5 (27-22). Il gioco da entrambe le parti si fa più serrato, rendendo queste fasi di partita piuttosto soporifere, con pochi canestri e tanti falli fischiati dalla terna arbitrale, cosa che di certo non contribuisce alla fluidità e alla bellezza del gioco. La gara si rianima nell’ultimo minuto: Maiocco segna una tripla fotocopia di quella di Ferri nel primo quarto e dall’altra parte risponde Casadei sempre dalla lunga distanza, mandando le squadre all’intervallo lungo sul 36-30.

Dopo l’intervallo continua quello che è il vero leitmotiv della partita, ovvero i mini parziali da una parte e dall’altra. Prima la Mobyt segna 6 punti in fila con Castelli e vola in vantaggio di 12 punti (42-30), poi è Legnano a svegliarsi e infilare le tre bombe consecutive del -3 e arrivare fino al -1 con i due tiri liberi di Krubally. Per fortuna dei biancazzuri Hasbrouck decide di segnare la sua prima tripla di gara in uno dei momenti più delicati di serata, ridando un po’ di respiro ai suoi con il nuovo vantaggio (45-41). Gli avversari però, non hanno la minima intenzione di esporre bandiera bianca, anzi, con un paio di canestri ben costruiti e il jumper di Milani in contropiede, conquistano la prima parità della gara sul 47-47. Fasi della partita a dir poco importanti con Ferrara che deve assolutamente evitare di mollare soprattutto mentalmente e lo fa con Pipitone che prima conquista un gran rimbalzo d’attacco e subisce il fallo che lo manda in lunetta, poi ruba un ottimo pallone in post basso a Krubally per il contropiede dei suoi. A chiudere il terzo periodo, però, ci pensa Petrucci con una tripla impossibile che sancisce il punteggio all’ultimo break sul 52-50 per i padroni di casa.

Con 2 tiri liberi realizzati e una tripla ancora di Petrucci in apertura di parziale, gli ospiti si regalano il primo vantaggio della serata (52-55), ma a rovinare tutto in casa Knights è un’ingenuità di Merchant che commette fallo antisportivo su Pipitone regalando di fatto 4 punti e il nuovo vantaggio Mobyt a 7’35” (58-55). Partita che si gioca ora più sul piano della fisicità che su quello della tecnica, con tante giocate ruvide e canestri da una parte e dall’altra, senza sbilanciare il gap tra le due squadre che rimane sempre sul +3 Mobyt (da segnalare due bombe importantissime di Alessandro Amici). A 2’08” dall’ultima sirena ecco che esce il vero capitano, quello della passata stagione: Ferri segna una bomba da distanza siderale e regalando ai suoi il +6 (71-65). Ultimi 2 minuti di tensione pura per il pubblico ferrarese con i ragazzi che non riescono a mettere la parola fine sulla partita: 0/4 ai liberi per Casadei e 1/2 sempre dalla lunetta di capitan Ferri, gli avversari che realizzano e arrivano a 6 secondi dalla fine sul -2 e con la palla per pareggiare o vincere la gara, ma fortunatamente il tiro di Maiocco si spegne sul primo ferro, sancendo la vittoria per i biancazzurri per 75-73.

MOBYT FERRARA – EUROPROMOTION LEGNANO  75-73
PARZIALI: (21-14); (15-16); (16-20); (23-23)

MOBYT FERRARA: Huff 10, Castelli 7, Ferri 14, Benfatto 4, Hasbrouck 14, Bottioni 2, Amici 15, Casadei 5, Pipitone 3, Proner n.e., Ghirelli n.e. All.: Alberto Martelossi

EUROPROMOTION LEGNANO: Krubally 15, Arrigoni, Di Bella 15, Milani 2, Merchant 19, Petrucci 8, Guidi n.e., Maiocco 11, Locci, Navarini 3. All.: Mattia Ferrari



Leaderboard Derby 2019