Al termine della seduta di allenamento del venerdì abbiamo raccolto le impressioni di Romulo Togni, autore del primo dei cinque gol che hanno consentito di sbancare Pistoia nell’ultima partita del 2014. Nonostante qualche voce di mercato (prontamente smentita), Togni sembra determinato a vivere una seconda parte di stagione in crescendo dopo le luci e ombre dei primi mesi in biancazzurro.

“Lunedì sera arriva la Reggiana – esordisce il centrocampista – e ci è stato detto quanto questa partita sia importante per tutto l’ambiente, per questo faremo di tutto per far bene. In ogni caso per noi sono tutte importanti, quindi non cambierà molto per quanto riguarda la preparazione del match. Al ritorno dalla pausa natalizia ho trovato la stessa voglia di cambiare la situazione, la stessa mentalità e la stessa serietà di questo gruppo che sta dimostrando di potersela cavare anche nei momenti più brutti. Se il mio gol contro la Pistoiese potrebbe aver sbloccato la SPAL? Sicuramente ha aiutato, soprattutto per i più giovani è stato più agevole giocare quella partita. Ma non è stato l’episodio a farci vincere la partita, è stata la nostra voglia di cambiar le cose aiutata anche dalla nuova organizzazione di squadra. Mister Semplici ci ha dato un’identità a livello di gioco e ha portato più equilibrio a livello tattico nei vari reparti rispetto all’allenatore precedente, ma c’è da dire che stiamo parlando di due allenatori molto diversi sotto ogni punto di vista, ognuno con le proprie qualità”. Una battuta anche sul mercato: “Il direttore Vagnati ha escluso la mia partenza nel mercato di gennaio e sono contento sia così, sapevo di queste voci ma io non ho mai chiesto di andare via, anzi, spero di rimanere qui a lungo”.



Leaderboard Derby 2019