Nulla di fatto. Questa è la formula con cui si può sintetizzare l’ultima, interminabile, giornata di calciomercato della SPAL. Per tutto il giorno i tifosi hanno atteso novità dall’ATA Hotel di Milano, restando però a bocca asciutta. Capece rimane alla SPAL, così come Veratti. Con loro è destinato a rimanere anche Giordano Fioretti, protagonista di un lunghissimo tira e molla con la Salernitana. Il riassunto: fin dal mattino la società campana si è fatta avanti con una certa insistenza, incontrando però la resistenza di Vagnati. Il messaggio del ds biancazzurro è stato chiaro: Fioretti si muove solo in presenza di un’offerta economica. Si è parlato di una cifra di 70mila euro, la Salernitana invece ha puntato fin da subito a una risoluzione del contratto. Forte soprattutto dell’accordo raggiunto tra il ds granata Fabiani e il procuratore del giocatore. Tanto che lo stesso Fioretti, a più riprese, si è sbilanciato con dichiarazioni inequivocabili che hanno lasciato intendere la sua volontà di cambiare aria. La trattativa è andata avanti tutto il pomeriggio, con rilanci e contro-rilanci (si è parlato anche di un possibile scambio con Mendicino o Calil), fino a che, poco dopo cena, il proprietario della Salernitana Lotito ha bloccato l’operazione, spostando l’attenzione su Michele Paolucci del Latina. Fioretti rimane quindi alla SPAL: resta da vedere con quali motivazioni.



Dinamica Media – leaderboard
Dimedia – leaderboard
MEIS – leaderboard
CFI – leaderboard
Elite Division – leaderboard