Si interrompe a Recanati la striscia di sei vittorie consecutive della Mobyt, dopo una partita intensa ed emozionante, con entrambe le squadre protagoniste di due rimonte pazzesche. La spuntano però i padroni di casa trascinati da un pubblico infuocato dopo le polemiche degli ultimi tempi sugli arbitraggi sfavorevoli, in particolare dopo la partita contro Omegna.

Inizio al fulmicotone per la Mobyt. La squadra di Martelossi fin da subito mette in campo una difesa da manuale e un attacco fluido che produce 11 punti nei primi tre minuti di gioco, guidato da un Huff scatenato (9 punti per lui nel quarto), costringendo coach Sacco a spendere il primo timeout della gara (3-11). La strigliata sembra servire, perché Recanati rientra con una faccia diversa e con un mini break di 10-2 ritorna prepotentemente in partita (13-13), complici un paio di palle perse dei biancazzurri e l’assenza di Benfatto per un colpo subito alla mano sinistra. Finalmente anche Kenny Hasbrouck entra in partita con una tripla importante, subito replicata da capitan Ferri, e la Mobyt inizia a mettere la freccia per il sorpasso, ma Recanati riesce a restare aggrappata grazie alle giocate da All Star Game dei suoi due americani Sykes e Mosley (18-21). Finiscono i primi dieci minuti di gioco in sostanziale equilibrio al PalaCingolani con il punteggio di 22-25 per i biancazzurri. Rientrano in campo le due squadre e la partita non sembra nemmeno essersi interrotta: si continua a segnare con continuità con Recanati che sembra avere un minimo di sprint in più quando la tripla di Lauwers decreta il primo vantaggio dei gialloblù (31-29). Nessun problema per i biancazzurri quando hai in campo uno come Hasbrouck; sbaglia il tiro, prende il rimbalzo in attacco e segna due triple consecutive estremamente importanti, seguito a ruota da Troy Huff (33-38). I restanti cinque minuti di secondo quarto sono buio totale, un incubo. Recanati prende il controllo della partita e a suon di giochi da tre punti e azioni sopra il ferro di Mosley, infligge un devastante parziale di 16-2 a una Mobyt frastornata. A nulla serve il messaggio mandato ai suoi da coach Martelossi con le proteste e il conseguente fallo tecnico, le due squadre arrivano alla sirena sul punteggio di 49-40.

Alla ripresa sono timidi i tentativi della Mobyt di rientrare in partita e ad ogni iniziativa i padroni di casa rispondono immediatamente con Mosley mantenendo saldamente il vantaggio e arrivando a metà del secondo periodo sul 43-46. Finalmente Ferri segna una tripla importante, ma dall’altra parte Mosley e la tripla di Zanelli ricacciano indietro i biancazzurri, 58-49. La seconda metà di quarto però si tinge di biancoazzurro con un parziale impressionante di 20-2: apre Ale Amici con due triple consecutive a cui si aggiungono quelle del capitano e di Castelli con il gioco da tre punti. Lauwers perde la testa e si fa fischiare fallo antisportivo regalando 4 punti alla Mobyt e il quarto si chiude con l’1vs1 e l’appoggio nel traffico di Hasbrouck. Quarto da 29 punti per gli estensi che vanno all’ultimo riposo sul +9 (60-69). Ultimo e decisivo parziale. Dopo una bella tripla di Amici in apertura, Lauwers si ricorda quello per cui è temuto nell’ambiente e comincia a sparare dalla lunga distanza; 6 punti in fila che sommati a due appoggi dei lunghi e ad un’altra bomba di Zanelli fanno volare Recanati di nuovo a -1 (74-75) con cinque minuti da giocare. Il PalaCingolani è una bolgia: la partita è sul filo del rasoio, gioco maschio, cinque falli per Amici e Castelli da una parte e Lauwers dall’altra, ormai si segna solo sui tiri liberi. Mini break di 4-0 Recanati per il +4 (85-81), ma Huff perde una sanguinosa palla in attacco che costringe Martelossi al timeout a 58” dalla fine. Di nuovo sul parquet e Hasbrouck intercetta un passaggio dei gialloblù andando in attacco a segnare la tripla del -1 (85-84). Time out per i padroni di casa che al rientro segnano da sotto e commettono fallo su Kenny; 2/2 dalla lunetta con 18” da giocare (87-86). Martelossi opta per il fallo sistematico commesso da Huff, ma Zanelli è freddissimo ed è 2/2. Azione rocambolesca sul finale conclusa con un errore da 3 punti di Ferri. Fallo su Sykes che dalla lunetta non perdona e regala ai suoi la vittoria per 90-86.

BASKET RECANATI – MOBYT FERRARA  90-86
PARZIALI: (22-25); (27-15); (11-29); (30-17)

BASKET RECANATI: Zanelli 19, Pierini 2, Gurini, Lauwers 19, Terenzi 2, Eliantonio 8, Sykes 17, Mosley 20, Gueye 3, Clementoni n.e., Galmarini n.e. All.: Giancarlo Sacco

MOBYT FERRARA: Huff 15, Bottioni, Castelli 9, Amici 11, Ferri 17, Casadei, Benfatto 10, Pipitone, Hasbrouck 24, Verrigni n.e. All.: Alberto Martelossi



Leaderboard Derby 2019