Ferrara porta a casa l’ultima di regular al Pala Hilton Pharma: nel tripudio generale la curva ha fiato per 40 minuti, ringraziamento sincero ai ragazzi di Martelossi per un campionato in continua crescita. Con la vittoria di stasera contro Latina gli estensi guadagnano il secondo posto matematico in vista dei playoff.

I biancazzurri dimostrano di non essersi adagiati sugli allori: l’intensità maggiore messa in campo nei primi dieci minuti porta il tabellone subito sul 23-18. Caparbio Huff che gioca forte a rimbalzo e in più occasioni mette a sedere i laziali. Latina riesce a stare al passo ma fatica a costruire, Ferrara al contrario riesce a colpire su più fronti: nel pitturato con le sportellate di Benfatto e da fuori con Hasbrouck che ha come al solito ha mano calda. L’americano subisce un duro colpo alla coscia sinistra in avvio di secondo quarto ed è costretto ad andare a sedersi, lasciando campo ad Amici. Il pesarese, dopo aver rotto il ghiaccio, è un concentrato di vitalità: segna ripetutamente e da fluidità nella metà campo offensiva. Ferrara allunga fin sul 37-26 a 4 minuti dalla pausa lunga. Latina prende lentamente fiducia, Reed fa male vicino a canestro grazie alla sua fisicità. La bomba di Santolamazza riavvicina i ragazzi di Bartocci fin sul -5. Huff smorza le velleità avversarie con due bombe di fila, stasera il numero 5 è in gran forma, per lui sono 16 dopo soli due quarti di gara. La sirena suona sul 46-40.

Il terzo quarto si apre con una buona notizia per i tifosi biancazzurri, Hasbrouck torna sul parquet. Dopo i primi minuti a rilento la bomba di Casadei porta la Mobyt a +9, Latina cerca di difendersi tirando fuori gli artigli. Reed è vittima del fallo in copertura di Ferri ed accenna alla reazione: gli arbitri non ci pensano su due volte, l’americano viene espulso. Anche senza la sua arma migliore Latina ha alzato l’attenzione in difesa e riesce a riavvicinare gli estensi fin sul 68-64.

L’ultimo periodo comincia senza Huff sul parquet, il prodotto di Kentucky non scenderà più in campo fino alla sirena finale (singolare dato il 6/10 dal campo con 4 rimbalzi offensivi in 17 min). Nonostante le bombe di Ferri e Casadei la partita è sul filo del rasoio: Latina ringrazia la terna per un paio di fischi “dubbi” e si porta sul 80-77 con 3 primi sul cronometro. La Mobyt però non è in vena di sconti, il capitano per primo: segna due bombe cruciali che mettono la parola fine sulla partita con un minuto d’anticipo. Nel finale c’è spazio anche per la bomba di Ghirelli, gran soddisfazione per il giovane biancazzurro, il tabellone dice 94-80.

Mobyt Ferrara-Benacquista Latina 94-80
(23-18; 23-22; 22-24; 26-16)

Mobyt: Huff 16; Castelli 7; Ferri 13; Benfatto 12; Hasbrouck 5; Bottioni 4; Amici 17; Casadei 14; Sita 1; Pipitone 2; Proner; Ghirelli 3. All.: Martelossi.

Benacquista: Ihedioha 13; Cantone 4; Portannese 5; Ianes 2; Reed 16; Mathlouthi 8; Banti 13; Santolomazza 14; De Ninno 0; Di Ianni 5. All.: Bartocci.



Leaderboard Derby 2019