La SPAL si avvicina alla trasferta di Carrara con qualche problemino sul fronte dell’infermeria. Se da un lato trapela un filo di ottimismo per le condizioni di Cottafava e Nava (che verranno valutati meglio nei prossimi giorni), dall’altro c’è la certezza che Rovini e Gentile non potranno salire sul pullman che condurrà la squadra al “Dei Marmi”. Silvestri non è al meglio a causa di un attacco influenzale, ma non dovrebbe essere in dubbio per domenica. Mister Semplici avrà di nuovo a disposizione Manuel Lazzari dopo la squalifica, mentre Finotto e Giani sono entrati in diffida.

Chi invece sembra essere recuperato è Alberto Filippini, un giocatore visto piuttosto poco nel girone di ritorno, un po’ a causa dei problemi fisici e un po’ per via delle preferenze dell’allenatore. Col Tuttocuoio però ha fatto vedere di poter essere sempre utile alla causa biancazzurra: “E’ una soddisfazione riprendere a giocare e rendersi utile per la squadra. Non sono ancora al pieno della mia condizione e cercherò di recuperare al massimo in queste ultime settimane”. Nonostante le tante assenze importanti che avevano fatto un po’ preoccupare alla vigilia, sabato la SPAL è riuscita a farsi valere, sull’onda delle ultime prestazioni, dimostrando che la sua forza non dipende dai singoli, ma dall’idea di squadra: “Rispetto a questo inverno, adesso la nostra è una rosa molto competitiva: chi gioca, chi va in panchina, chi non entra, siamo tutti ottimi giocatori. Sicuramente, un ruolo importante l’ha giocato la serenità che si è instaurata nelle ultime settimane. Ci sono meno pressioni ed ora è molto più semplice esprimersi sul campo, soprattutto per i più giovani”.

Pensando a Carrara, per Filippini l’obiettivo della SPAL rimane quello di fare bottino pieno, nonostante l’avversario cercherà di fare lo stesso per uscire dalla zona rossa della classifica: “Sappiamo che sarà una battaglia. Loro hanno bisogno di punti per salvarsi e giocheranno al massimo delle loro possibilità. In casa hanno collezionato una lunga serie di pareggi e questo significa che sono molto bravi a difendersi. Dovremo essere più bravi noi a rimanere compatti e a sfruttare al meglio ogni occasione per cercare di portarci in vantaggio”. A dare una mano ci penseranno i tifosi, annunciati in presenza massiccia al Dei Marmi:  “E’ sempre un piacere avere con sé un bel gruppo di sostenitori, oltre che un’arma in più. I nostri tifosi ci hanno sempre dimostrato il loro affetto, ne siamo grati e speriamo che continuino a seguirci fino alla fine. Adesso siamo a un passo dai playoff, vogliamo rimanere concentrati e vincere tutte le prossime sfide e abbiamo bisogno del loro sostegno”.



Leaderboard Derby 2019