Non c’era da aspettarsi faville dalla prima uscita stagionale della Bondi dopo appena una settimana di preparazione: nell’amichevole giocata a Lizzano in Belvedere (BO) contro la Virtus Bologna i biancazzurri si sono inevitabilmente dimostrati impacciati e troppo distanti dagli avversari, incassando quasi trenta punti di passivo.

Senza Brkic per una leggera infiammazione al piede, in attesa di Rhett e con un Rush lanciato nella mischia quasi per caso, la Bondi schiera il giovanissimo Salafia nel ruolo di centro per provare a contrastare lo strapotere fisico di Pittman e Mazzola, assieme all’altrettanto giovane figlio d’arte Ebeling ed i più navigati Ibarra, Lestini e Bucci. La Virtus è squadra forte, lunga e fisica, la Bondi non molla e di cuore rimane aggrappata al match quantomeno nei primi dieci minuti (19-17 a fine quarto) grazie ad ottime percentuali soprattutto dalla lunga distanza (5/11 da tre punti). Nel secondo parziale sono le Vu Nere a prendere in mano la partita: la Virtus cerca l’area con Pittman (suoi i primi 6 punti) e Mazzola, pressa a tutto campo e recupera una marea di palloni. Fontecchio, Ray e Odom trovano praterie in campo aperto. La Bondi comincia a perdere quota, Morea corre ai ripari con un time-out, ma la musica non cambia. Le percentuali si abbassano, gli errori si accumulano, i ragazzi di coach Valli non mollano di un centimetro e già a finire del primo tempo lo strappo comincia ad essere evidente: 45-33. Nella ripresa ci prova Losi a scuotere i suoi con una delle sue cinque triple serali ma è solo un fuoco di paglia: i felsinei continuano a martellare fino a che la truppa estense non arriva con la lingua di fuori e la mente stanca. Bologna vola sul +24 in pieno controllo (68-44) a tre minuti dal termine del terzo periodo di gioco mettendo in ghiaccio la partita. Apprezzabile lo sforzo della Bondi di non mollare fino alla fine, giocandosi un quarto parziale in totale parità (19-19).

“Abbiamo perso ma ci siamo sempre rialzati dopo ogni difficoltà – dice coach Morea a fine partita – dimostrando grande carattere ed energia. Ci siamo passati la palla, abbiamo provato a costruire seppur essendo ancora indietro di condizione. Ho visto segnali positivi per il futuro”.

Obiettivo Lavoro Bologna-Bondi Pallacanestro Ferrara 94-67
Parziali: 19-17, 45-33, 75-48.

Obiettivo Lavoro: Pittman 13, Fabiani, Vitali 11, Varrone 1, Vercellino 4, Williams 9, Fontecchio 13, Mazzola 13, Oxilia 7, Graziani ne, Odom 14, Ray 9. All.Valli.

TL: 21/28 _ Tiri da due: 29/50 _ Tiri da tre: 5/13

Bondi: Rush 10, Lestini 5, M. Ebeling 3, Ibarra 10, Salafia, Losi 22, Verrigni 3, Bianchini ne, Ghirelli 5, Bucci 9. All.Morea.

TL: 10/16 _ Tiri da due: 9/23 _ Tiri da tre: 13/36

Arbitri: Saraceni, Tirozzi e Vicino.

Prossima amichevole per la Bondi Pallacanestro Ferrara fissata a sabato prossimo 29 agosto a Bologna contro la Fortitudo.



Leaderboard Derby 2019