La mancata iscrizione, il fallimento e ora il procedimento giudiziario. La Spal1907 continua a far parlare di sé a oltre tre anni dal suo dissolvimento, esclusivamente per ragioni di cronaca. Infatti il pubblico ministero Nicola Proto ha chiesto il rinvio a giudizio per l’ex presidente Cesare Butelli e altri cinque indagati (tra cui l’imprenditore Remo Turra) nell’ambito dell’inchiesta sui proventi legati al parco fotovoltaico di Casaglia, aperto nell’autunno del 2011. Quello che – in teoria – doveva essere lo strumento per garantire il futuro del club si è invece trasformato in un vero e proprio boomerang, visto che secondo i magistrati Butelli (accusato di bancarotta e truffa) avrebbe girato 2,8 milioni di euro provenienti dal parco fotovoltaico a due sue società, anziché alla Spal1907.

L’indagine per truffa, oltre a Butelli e Turra, coinvolge altri imprenditori: Luca Turra di Ferrara Energia, Tommaso Franzini della Global Consulting, Andrea Venturelli della Tunve Energy e Luca Garioni di Europesun. Attraverso una serie di operazioni contabili avrebbero ricevuto, senza averne diritto, oltre dieci milioni di euro di incentivi del conto energia nazionale per il triennio 2011-2013. L’udienza preliminare, di fronte al gip Silvia Marini, è in programma per il prossimo 2 dicembre.



Leaderboard Derby 2019