Al terzo tentativo la Bondi Ferrara riserva finalmente una gioia al pubblico di casa, sconfiggendo una Remer Treviglio mai doma. La maggior precisione in attacco ha fatto la differenza, consentendo così ai biancazzurri di voltare pagina dopo un momento particolarmente difficile.

Il primo quarto scorre rapido in appena un quarto d’ora di tempo totale: Ferrara inizialmente pasticcia qualche possesso con Ibarra e Brkic, ma riesce comunque a muovere il tabellino e a rimanere agganciata a Treviglio che cerca di scappare con transizioni veloci. Buono l’impatto del neo-capitano Losi (entrato al 6’ per l’argentino) che con un’entrata, una bomba e un assist si dimostra da subito leader in campo. Sul punteggio di 28-25 inizia il secondo parziale, Morea fa consumare le scarpe a Salafia e reinserice Ibarra dando qualche minuto a Bucci. La Bondi va leggermente in affanno quando Treviglio alza la difesa, in una manciata di possessi gli ospiti mettono la testa avanti con Turel e Tambone, Morea però non perde il controllo e risponde cambiando Ibarra con Bucci. Ferrara riprende spessore e con Losi in cabina di regia ritorna cinica nello sfruttare i vantaggi, soprattutto in contropiede. Il vantaggio ritorna in mani ferraresi che chiudono alla metà 56-54.

Al rientro dagli spogliatoi la Remer parte fortissimo e, con la complicità di una Bondi disattenta, segna un parziale di 0-6 che costringe Morea al timeout. Con più grinta che lucidità i biancazzurri riprendono il passo dei lombardi e al trentacinquesimo Rush inchioda una schiacciata che rivedremo negli highlights di giornata. Le triple di Losi ed Henderson infiammano il palazzo, ma purtroppo ancora una volta la difesa ferrarese non lavora con l’intensità dell’attacco e Treviglio è sempre ad un possesso (70-68 al ventottesimo). Al ventottesimo rientra Bucci ed è subito 7-2 di parziale che inchioda il punteggio sul 77-70 a dieci minuti dal termine. Ancora Bucci prova ad allungare dall’arco, ma Marino risponde presente dall’altro lato, Rush segna col fallo un tiro impossibile in avvitamento e Rossi seppur caricato di quattro falli si dimostra un punto di riferimento imprescindibile per Treviglio. A spezzare l’equilibro ci pensano però gli esterni ferraresi, la terza tripla (su tre) di Bucci e una zingarata in area di Ibarra mandano Ferrara a +10 con cinque minuti da giocare. Vertemati chiama timeout, ma i padroni di casa non perdono il ritmo e continuano a trovare conclusioni ad alta percentuale prima con Rush (bimane da centro area) e poi con Henderson. I lombardi allora alzano il pressing e ancora Ferrara si trova a pasticciare: Losi perde due palloni e Brkic sbaglia qualche libero di troppo. Il cuscinetto tra le due squadre però non si riduce mai a meno di due possessi consentendo ai padroni di casa di chiudere con relativa tranquillità sul 99-92. La Bondi riesce così a muovere la classifica con una prova corale (cinque giocatori in doppia cifra) condita dall’estro di Rush e Bucci. Treviglio conduce una buona gara offensiva ma viene asfaltata dall’ottimo 12/18 estense al tiro pesante.

Bondi Ferrara-Remer Treviglio 99-92
(28-25; 28-29; 21-16; 22-22)

Pall. Ferrara: Losi 12, Ibarra 11, Bucci 18, Lestini 8, Rush 17, Henderson15, Brkic 18, Verrigni, Salafia, Ghirelli, Ferrara, Ebeling. All.: Morea.
Treviglio: Savoldelli 3, Ferri, Chillo 13, Kyzlink 7, Sorokas 16, Marino 15, Spatti 3, Tambone 11, Rossi 10, Turel 14. All.: Vertemati



leaderboard Coop Reno