Che fosse un’impresa difficile quella della Niagara 4 Torri, non era certo un segreto. La Videx Grottazzolina, attualmente terza in classifica, è una squadra molto competitiva, che non ha nascosto le sue ambizioni di promozione per quest’anno. Il campo marchigiano è un campo molto caldo, e i granata non si sono presentati nella migliore delle condizioni. La mancanza di Di Renzo e di Govoni hanno pesato sulle fasi di ricezione e ricostruzione di gioco, ma la squadra ha dimostrato un carattere nonostante tutto ben definito.Il ritmo di gara è stato dettato dai ragazzi di casa praticamente durante tutto il primo set, dove la Niagara ha faticato abbastanza. Ai giovani va il merito di aver provato comunque a tenere testa alla Videx, che ha chiuso il primo prziale sul 25-16. Partenza lenta anche sul fischio d’inizio del secondo parziale, ma l’orgoglio granata si impone passo dopo passo quando tutto sembra perduto: dal 16-9, il tridente Drago-Bortolato-Bernard si rimbocca le maniche e mette su una rimonta con i fiocchi, arrivando al 17 pari. Saranno poi gli ascolani ad ingranare la quinta e chiudere ancora, questa volta 25-20. Terzo set maggiormente equilibrato in principio: buona prestazione di Baldazzi, una delle promesse Niagara di quest’anno, e la battaglia viene combattuta punto a punto fino alla metà del set. Poi la Videx si sblocca e si porta un passo avanti, fino a chiudere definitivamente i conti sul 25-26.

Videx Grottazzolina – Niagara 4 Torri Volley 3-0
(25-16, 25-20, 25-16)

Niagara: Drago 15, Baldazzi 2, Fontana, Borgatti 3, Bortolato 12, Boscolo 3, Biondi 1, Bernard 9. All. Martinelli

POST PARTITA
Il bilancio di coach Marco Martinelli non è negativo. Il tecnico trova una buona parola per tutti, vista la situazione della squadra e la difficoltà dovuta agli infortuni: “Abbiamo affrontato il match in una situazione non ideale, mancavano due elementi importanti in squadra come Govoni e Di Renzo, che è elemento di peso nelle fasi di ricezione e difesa. Abbiamo provato a giocare una partita aggressiva in servizio, li abbiamo costretti a giocare palla alta e abbiamo murato meglio, ma loro sono stati bravi a colpire con il bisturi le nostre debolezze. Se pensassi di aver buttato via una occasione con questa sconfitta sarei un presuntuoso, chiunque lo sarebbe. Gli avversari hanno fatto vedere qualcosa in più, ma alcuni dei nostri elementi hanno dimostrato un buon atteggiamento. I giovani ci hanno provato, ho chiesto loro di essere disinvolti, ma non basta chiederlo per esserlo”. Martinelli ci lascia con un commento sui tre giocatori che in queste settimane stanno dimostrando coraggio e grinta, portando avanti l’intera squadra: “Drago, Bortolato e Bernard hanno giocato bene, ed in questo inizio di campionato hanno mostrato una certa costanza. Spero che si mantengano su questa lunghezza d’onda e spero che il loro entusiasmo possa trascinare anche chi magari fa più fatica”.



Leaderboard Derby 2019