Con l’infortunio di Ibarra è Losi ad iniziare la partita in cabina di regia. Ferrara inizia molle in attacco, forse anche per risparmiare un po’ le energie viste le rotazioni ridottissime. Il primo canestro su azione arriva dopo ben 6’20’’ con una schiacciata di Lestini in contropiede. Sono allora Rush e Losi che provano a prendere sulle spalle il peso dell’attacco estense, mettendoci buona volontà ma anche diverse imprecisioni al tiro (1/7 al tiro il loro fatturato a fine quarto). Dall’altra parte Lawson è ispiratissimo e guida il vantaggio ospite segnando ben 12 punti nel solo primo quarto che si conclude sul punteggio di 12-18.
Se i primi sei minuti della partita si erano rivelati un incubo per l’attacco di Ferrara, i primi sei del secondo lo sono per Recanati. È il solito Lawson a rompere l’incantesimo con il primo canestro su azione a 3’23’’ dall’intervallo lungo, ma nel frattempo Ferrara, guidata da un Henderson da 9 punti nel quarto, ne ha approfittato per annullare il gap e allungare fino al +6 realizzato da Ghirelli per l’entusiasmo del (poco) pubblico presente. La reazione di Recanati sta tutta in un paio di canestri di Lawson e appena l’americano si accomoda in panchina ecco che i padroni di casa rincominciano la fuga che porterà il punteggio all’intervallo sul 37-28, massimo vantaggio dopo 20’.

Ferrara vuole mantenere il buon margine acquisito e ci pensa Brkic con due bombe nei primi cinque minuti del secondo periodo a sottolineare il concetto espresso da coach Morea negli spogliatoi. Complici anche diversi palloni persi dai marchigiani sembra filare tutto liscio: bastano però due minuti di blackout di Bucci (fino ad allora ottimo), colpevole di due errori al tiro e una persa sanguinosissima, e la coppia Pierini-Lauwers firma un parziale di 8-0 che determina il nuovo pareggio a quota 52 con cui si conclude il quarto.
Al rientro in campo la vena realizzativa ospite non si è assopita e in 180 secondi Ferrara è già sotto di 7. I ragazzi di coach Morea però non si perdono d’animo, stringono le maglie in difesa e alzano la voce a rimbalzo. Ognuno mette il suo mattoncino nel recuperare lo svantaggio e quando capitan Losi segna da 3 dopo ben sei tentativi sbagliati, la squadra trova nuovo entusiasmo per completare con Bucci la rimonta. E’ il tiro pesante che finalmente entra con regolarità: due bombe di Lestini e altrettante di Bucci ridanno margine ai biancazzurri ed a tre minuti dal termine Ferrara è di nuovo sul +8. Il colpo di grazia è affidato sia al talento di Brkic, che segna due canestri fondamentali, che alla versatilità di un ottimo Henderson che segna la tripla del +10 a 52’’ dalla sirena. Ferrara vince 83-76 una partita difficile contro un’avversaria mai doma grazie ad una bella prestazione corale.

Bondi Ferrara-Basket Recanati 83-76
(13-18; 24-10; 15-24; 31-24)

Bondi Ferrara: Rush 17, Lestini 10, Losi 4, Henderson 12, Brkic 19, Bucci 19, Ferrara, Ebeling, Salafia, Verrigni, Ghirelli 2. All.: Morea.

Basket Recanati: Pierini 16, Traini 11, Bonessio 4, Lawson 26, Sollazzo 11, Braida, Forte, Lauwers 8, Nwokoye, Amorese, Maspero. All.: Zanchi.



leaderboard Coop Reno