Per la Niagara 4 Torri Ferrara la vittoria è arrivata solamente al tie-break sabato sera contro i padroni di casa della VBA Olimpia di Sant’Antioco. I granata hanno affrontato un match lungo e faticoso prima di poter mettere in cassaforte due dei tre punti in palio.

La Niagara parte bene nel primo set, ma la VBA si riprende subito e rimonta: la partita si fa nervosa ed il pubblico di casa si scalda. I granata di coach Martinelli perdono leggermente la concentrazione e si lasciano sfuggire il primo set, perdendo 15-21. Buona ripresa sul secondo e terzo set, nei quali Sant’Antioco fa molta più fatica a tenere dietro ai ferraresi, decisi a togliersi più di una soddisfazione dopo l’esito del primo set. I due parziali, vinti rispettivamente 22-25 e 19-25, aprono la strada alla grande rimonta della 4 torri. Durante il quarto set, quando la partita sembra ad un passo dalla fine, il team di Coach Martinelli subisce un black out che porta i sardi a conquistare nuovamente la parità sul 26-24. È solamente con il tie-break che la Niagara finalmente dimostra di voler chiudere definitivamente la questione gestendo bene gli ultimi scambi e rimanendo sempre in vantaggio. Il quinto set si chiude 9-15.

A commentare il match e la sensazioni della prossima partita, prevista per domenica 13 dicembre al Pala HiltonPharma, ci pensa proprio coach Marco Martinelli: “Quella di ieri sera è stata una partita abbastanza combattuta. Sapevamo che Sant’Antioco era un campo molto caldo, gli avversari venivano da una serie di sconfitte tra cui una contro Conselice, persa 3-2. Quando la partita ha cominciato ad entrare nel vivo, abbiamo fatto fatica persino a comunicare tra noi, gli dagli spalti arrivava tanta confusione. Dal secondo set in poi ci siamo ripresi bene, e questa partita si sarebbe potuta vincere tre a uno, peccato”. Quando accenniamo al nome di Gianluca Ciuffoli, scomparso la scorsa settimana per il coinvolgimento in un incidente stradale, coach Martinelli ci spiega come la notizia abbia coinvolto tutti, Niagara compresa. “La notizia ci è arrivata martedì e questa settimana abbiamo avuto modo di parlare tra noi dell’accaduto. Ieri siamo scesi in campo pensando alla nostra partita, anche se ovviamente molto dispiaciuti. Tra due settimane giocheremo contro Conselice ed allora sarà diverso. Gianluca era un ragazzo che avevamo già incontrato in alcune amichevoli, lascia sbigottiti come da un momento all’altro le cose possano cambiare”.

Il prossimo scontro, previsto per domenica prossima contro Carpi, ha tutta l’aria di essere un altro scontro diretto: “Carpi è una squadra quadrata, che ha giocato buone partite alternandole con prestazioni meno buone, non so se per l’organico mancato in alcune occasioni o se perché sono già stati disputati gli scontri con le prime della classe. Sono leggermente dietro di noi e giocano oggi: domenica prossima vedremo di combattere, come sempre”.



leaderboard Coop Reno