Per spiegare i motivi della sua permanenza della SPAL, Davide Vagnati ha messo nero su bianco una sorta di lettera aperta per esprimere il proprio punto di vista sulla vicenza che l’ha visto protagonista. Ecco di seguito il testo integrale e il video con la lettura.

In questi giorni sono state dette tante inesattezze, tante frasi che non corrispondono alla realtà. Sì, è vero, mi è stata formulata un’offerta importante, sia a me che ai miei più stretti collaboratori (Andreini e Ludergnani), da parte del Parma Calcio. Sia come progetto, sia come ruolo, sia come importanza economica. Per questo mi sento in dovere di ringraziare la proprietà stessa del Parma Calcio. Tutto ciò mi rende orgoglioso perché testimonia la bontà del lavoro svolto in questi anni qui a Ferrara. La verità però è una sola: io rimango alla SPAL! Rimango perché la SPAL è la mia creatura e perché sono una persona con dei valori, vera e corretta con tutti, ma soprattutto con le persone che ho scelto per questo cammino. Non potevo abbandonare ora tutto quello che ho fatto, soprattutto per quelle persone che sognano, non dormono, fanno sacrifici e vivono per la SPAL. E’ come essere in una scalata sul monte Paradiso: se guardi in basso hai quasi le vertigini per quello che ho e abbiamo fatto, se guardi in alto intravedi la vetta… io ci credo in questo gruppo! Ho la fortuna di avere una proprietà e un presidente che mi permettono di lavorare autonomamente e che mi hanno proposto un rinnovo di contratto per farmi capire la loro voglia di continuare insieme. Per questo li ringrazio, però penso sia sbagliato che il sottoscritto firmi un contratto diverso da quello già in essere, perché sono già orgoglioso e felice di quanto già mi è stato dato. Infine ringrazio tutte le persone che mi hanno dimostrato la loro stima e il loro affetto in queste ore. Forza SPAL!“.



Leaderboard Derby 2019