Grande vittoria per Ferrara che espugna la Unipol Arena siglando il 2-0 negli scontri diretti contro la Virtus capolista del girone Est. Partita guidata dai biancazzurri, anche se in un paio di occasioni Bologna è riuscita a rientrare in partita mettendo in difficoltà gli avversari. L’ultima di queste occasioni è stata nei minuti conclusivi della gara, per un finale al cardiopalmo.

Buon inizio su entrambi i lati del campo per Ferrara che nonostante qualche errore di troppo al tiro, riesce a imporre il suo ritmo agli avversari e a mettere la testa avanti. La cura Furlani sembra dare i suoi frutti e anche la difesa tiene di fronte al grande attacco delle V Nere, frastornate e sorprese dalla zona estense. Alla metà esatta del primo periodo, una giocata in profondità di Bowers segna il massimo vantaggio Bondi (11-19) costringendo coach Ramagli ad interrompere la gara. Il gioco messo in campo nei primi dieci minuti di gara è esattamente quello che piace ai biancazzurri: dinamico, veloce, tanti possessi e tanti tiri, senza un attimo di pausa. L’altissima intensità, sommata alle buone percentuali al tiro, permette alla Bondi di concludere il primo parziale al comando per 33-23.
Al rientro in campo Bologna inizia un pressing a tutto campo che in prima battuta spezza il ritmo dei biancazzurri, incapaci di partire subito in velocità. Dopo un paio di canestri subiti però, il gioco a difesa schierata della Bondi sale di livello grazie alle invenzione e ai passaggi di Roderick, riportando il vantaggio degli estensi a quota 9 (30-39). Sul finire di secondo periodo arriva una tegola sulla squadra ferrarese: dopo due bombe consecutive mandate a segno, Cortese commette il suo terzo fallo ed è costretto alla panchina. Sull’ultimo possesso del quarto, con 1 secondo e poco più da giocare, Furlani opta per richiamare in campo Cortese che sul tentativo di tiro da 3 punti subisce fallo. I 3 canestri dalla linea di carità mandano le squadre negli spogliatoi sul punteggio di 44-54 Bondi.

Nella ripresa, dopo una fiammata iniziale fino al +12, Ferrara inizia a sbagliare di tutto al tiro permettendo il rientro degli avversari guidati dal veterano Rosselli (56-61) che dopo l’ennesima buona giocata costringe coach Furlani al timeout. La Virtus vede il momento no degli avversari, ne approfitta e continua la rimonta, completata dalla tripla di Spizzichini a quota 61. Tutto da rifare per Ferrara che non demorde e affidandosi al gancio di Pellegrino e alle ritrovate triple di Cortese, riguadagna in un amen 9 punti di vantaggio arrivando alla penultima sirena di nuovo in vantaggio per 61-70.
Dopo soli 4 minuti di gioco nell’ultimo periodo, Ferrara è già in bonus e grazie ai tiri liberi riconquista nuovamente la doppia cifra di vantaggio (65-75) estinguendo la flebile scintilla bolognese. Un paio di fischi dubbi contro Ferrara rianimano Bologna che mette a segno un 7-0 di parziale (77-72). Finale testa a testa, punti da una parte e dall’altra e Virtus che si riaffaccia sul -2, prima dell’ennesima tripla della gara di Cortese a dare respiro ai suoi (78-83). I giocatori in campo sono stremati e il gioco ne risente; una veronica improbabile tentata da Pellegrino si trasforma in un assist per la schiacciata da Bowers (82-85) e il conseguente timeout bianconero. Negli ultimi 23 secondi di gara succede di tutto: sul +1 Bowers commette sfondamento e in seguito a plateali proteste si vede sanzionare un tecnico aggiuntivo sanguinoso per Ferrara. Parità perfetta in campo, rimessa Virtus che pasticcia e perde la palla. Lancio lungo verso Moreno che controlla e serve un brutto pallone a Cortese. La mano del 13 è calda, controlla la sfera, si gira e segna a fil di sirena. Gli arbitri vanno a rivedere: canestro buono, Ferrara porta a casa due punti che pesano quanto il piombo, sia per la classifica sia per il morale.

Virtus Segafredo Bologna-Bondi Pall. Ferrara 85-88
Parziali: (23-33, 21-21; 17-16, 24-18)

Virtus: Spissu 13, Umeh 18, Pajola, Spizzichini 10, Petrovic n.e, Rosselli 21, Michelori 8, Oxilia 2, Penna 9, Lawson 4, Bruttini All. Lardo

Bondi: Soloperto, Mastellari 3, Ardizzoni n.e, Zani n.e, Mastrangelo n.e, Cortese 25, Bowers 23, Moreno 3, Pellegrino 17, Roderick 17, Ibarra, Caridi n.e All. Furlani

Arbitri: Ciaglia, Ascione, Del Greco.



Leaderboard Derby 2019