La Primavera nella tana del Diavolo. Il Milan di Stefano Nava vuole riscattare la brutta figura rimediata a Lagosanto nel girone d’andata, quando venne letteralmente travolta dai biancazzurri. Appuntamento al Centro di Vismara alle 14.30, partita trasmessa dalle telecamere di RaiSport1. Quello incassato a ottobre fu un pokerissimo mal digerito nell’ambiente rossonero, mentre per la SPAL servì a confermare la possibilità di togliersi molte soddisfazioni nel corso della stagione.

Il Milan è un’altra squadra rispetto ad un girone fa. Un gruppo che era stato vittima di un continuo via-vai. Poi i rossoneri sono riusciti a compattarsi, pur non risolvendo tutti i problemi, soprattutto in fase difensiva dove non mancano le amnesie, basti pensare al 4-4 contro l’Hellas Verona dell’ultimo turno. Mancherà Zanellato per squalifica, mentre Vido, assente anche un girone fa, è passato al Cittadella. Ci sarà invece Cutrone autore di una doppietta nel supermatch con l’Hellas Verona, pareggio che è costato la vetta agli scaligeri. In testa guidano Lazio e Sampdoria. Le lacune difensive non sono state colmate dai ragazzi di Nava. Potrebbe approfittarne la SPAL (in caso di vittoria si potrebbe riaprire il discorso playoff per gli estensi) che ha la miglior difesa del girone e può guardare con fiducia alla ritrovata continuità di impiego della coppia Ubaldi-Vago. Con Tompte ancora indisponibile per aspetti burocratici ancora da espletare, l’ex Cantelli probabilmente out per problemi al collaterale e Costantini in gruppo con la prima squadra, mister Rossi ha le scelte obbligate in attacco. Anche in mezzo al campo, con Di Pardo di rientro dall’amichevole della Nazionale U18 di Nicolato con la Francia (1-1), entrato nel secondo tempo, c’è da valutare la condizione dell’ex Rimini fresco di contratto da professionista con la SPAL per i prossimi due anni e mezzo. Come se non bastasse, Maranzino non ha ancora i novanta minuti nelle gambe e Mawuli è squalificato per due giornate. Dietro invece sarà assente capitan Equizi, anche l’ex Inter è stato fermato da una squalifica.

Non nasconde le difficoltà mister Rossi, ma l’ottimismo comunque non manca al tecnico della Primavera: “Sono partite che si preparano da sole. Dal punto di vista della prestazione e della determinazione non abbiamo mai sbagliato un appuntamento in questa stagione. In qualche occasione meritavamo di raccogliere qualche punto in più. Mi aspetto di ripetere la prova vista contro la Fiorentina. Il 5-0 dell’andata? Il Milan non è lo stesso. Mancherà Zanellato, anche Vido è andato al Cittadella, ma è un gruppo che si è ritrovato anche con i vari Torrasi, Hamadi, El Hilali, oltre a Cutrone. Non ci saranno Equizi e Shaka che per noi sono due giocatori fondamentali. Proveremo a fare una bella figura anche davanti alle telecamere della Rai. Il contratto da professionista di Di Pardo? È il risultato di un lavoro ben svolto da parte dello scouting e dallo staff. C’è anche tanta dedizione al lavoro da parte del ragazzo. Alessandro è uno che parla poco, ma in allenamento e in partita dà sempre il massimo”. Chiusura sul Viareggio, SPAL nel girone con Inter, Pas Giannina e LIAC New York: “E’ ancora presto per pensarci. Credo sia una bella vetrina per i ragazzi, è un torneo prestigioso. Ci sono da anni le migliori realtà del calcio giovanile italiano, anche se quest’anno manca qualche big all’appello. Sarà una settimana intensa, poi chissà”.



Leaderboard Derby 2019