L’argomento del giorno nel post-partita di SPAL-Triestina era inevitabilmente il calendario della serie A svelato a Milano. Mister Semplici ha commentato con la consueta pacatezza.

Mister, si parte il 20 agosto all’Olimpico contro la Lazio. Impressioni?
“Devo dare ragione al nostro addetto stampa, che aveva predetto questo scontro. La Lazio è una grande squadra che gioca in Europa e si sta rafforzando, ma anche noi possiamo dire la nostra e andremo all’Olimpico con grande entusiasmo, serenità e umiltà. Dovendo partire per forza fuori casa sapevamo che ci sarebbe capitata una squadra tra le più forti, perciò sarà un esordio molto duro data la qualità dell’avversario. Ma per noi quest’anno non esistono partite facili: cercheremo di mettere in campo tutte le nostre qualità per fare in modo che i ragazzi siano pronti per il debutto”.

A meno di un mese dal debutto, a che punto siamo con la preparazione fisica?
“Ci stiamo concentrando sulla quantità, oggi abbiamo sofferto un po’ a livello fisico a causa del lavoro svolto nei giorni scorsi e mi aspettavo miglioramenti specialmente nel palleggio: nel primo tempo abbiamo faticato, ma complessivamente è stato un buon test. Il nostro percorso ci deve condurre alla condizione fisica ideale e queste amichevoli servono per mettere in luce le caratteristiche dei giocatori che conosco meno, per dargli minutaggio (motivo per cui hanno giocato tutti 90′, ndr.). Oggi ho rinunciato a Oikonomou e Felipe, mentre Rizzo non ha giocato a causa  di un piccolo problema al polpaccio, poi risolto. Domani troverà spazio chi è rimasto in panchina oggi: le due amichevoli consecutive le abbiamo programmate per migliorare la condizione di tutti e dare seguito al buon lavoro, tattico e fisico, svolto finora”.

Oggi ha esordito Vaisanen, uno dei tanti nuovi arrivi. Procede bene il loro inserimento in squadra?
“Sì, il ragazzo si sta ambientato bene e ha dimostrato subito l’entusiasmo di calarsi nella nostra realtà. Con lui parliamo in inglese, ma stiamo cercando di insegnargli l’italiano e le parole legate al campo le sta imparando subito. Anche Mattiello sta crescendo: viene da un percorso problematico, segnato da diversi infortuni, ma si sta rilanciando e oggi ha stretto i denti per giocare 90′. Complessivamente sono soddisfatto di tutti i giocatori, stanno lavorando con interesse e migliorano giorno dopo giorno: col tempo la confidenza tra i reparti migliora e si avvicina la giusta forma in vista dell’esordio in serie A.

 



Leaderboard Derby 2019