Un altro protagonista della scalata alla serie A saluta il biancazzurro: dopo Mattia Finotto è stato il turno di Mariano Arini, ceduto a titolo definitivo alla Cremonese. La SPAL e il club grigiorosso hanno ufficializzato l’operazione nella mattinata di mercoledì. Il centrocampista napoletano chiude così la sua esperienza a Ferrara dopo un solo anno (ne aveva altri due di contratto) con un bilancio di 39 presenze (37 in campionato) e 3 gol. Il più importante e significativo quello che ha aperto le marcature contro il Vicenza nella seconda di campionato, il primo in serie B della SPAL dopo 23 anni di assenza.

Ma sarebbe riduttivo ricondurre tutto ad un singolo episodio, perché l’impatto di Arini alla SPAL ha riguardato la sua capacità di essere sempre a disposizione, di metterci sempre la gamba in ogni situazione di essere un punto di riferimento per un gruppo che ha fatto dell’unità di intenti il suo punto di forza. Serio e concentrato anche quando i problemi non mancavano (si pensi alla brutta storia di calcioscommesse dal quale è uscito pulito), ironico e pronto allo scherzo quando la situazione lo richiedeva. Arini mancherà alla SPAL e ai suoi compagni, come testimonia l’emozionante post di Instagram che Antenucci ha deciso di dedicargli.

 



Leaderboard Derby 2019