Mercoledì sera, al Puedes Summer Night 2017, la SPAL ha presentato ufficialmente la rosa dei giocatori e lo staff tecnico che andranno ad affrontare il ritorno in Serie A, atteso da quasi mezzo secolo. I tifosi biancazzurri non hanno mancato l’appuntamento, accalcandosi nel prato del sottomura di Ferrara tra Piazza Travaglio e Porta d’Amore.

Dopo la passerella dei giocatori è toccato al mister, Leonardo Semplici, e al direttore sportivo, Davide Vagnati, ricevere il saluto del pubblico estense. All’entrata sul palco del condottiero toscano, protagonista delle due storiche promozioni consecutive, è scattato immediatamente il consueto coro che si sente ogni fine partita al “Paolo Mazza”: “Semplici / la la la la la / Semplici / la la la la la“. “Spero che me lo cantino anche dopo le sconfitte” – ha detto l’allenatore ridendo. “Andremo ad affrontare un campionato bellissimo e affascinante, ma anche molto difficile”. Semplici non ha voluto rovinare l’aria di festa e si è lasciato scappare un’altra battuta: “Perché sono senza voce? Da quando ho compiuto cinquant’anni inizio a perdere colpi. A parte gli scherzi per domenica saremo tutti in forma”. Poi il tecnico ha lanciato un messaggio che può essere considerato come uno spunto per far cessare le polemiche di questi giorni e stemperare le tensioni: “Ricordate che nel calcio giocatori e gli allenatori passano, ma la società resta, sempre”. 

Dopo è stato il turno di Vagnati, che, invece, non si è sbottonato troppo: “Vi ringrazio per la vostra presenza, far vedere a questi ragazzi che c’è una città intera che li segue è fondamentale per affrontare la Serie A. Il tifo è più stimolante di un avversario blasonato. State vicini ai ragazzi perché hanno bisogno di voi”.



Leaderboard Derby 2019