Un punto meritatissimo che vale oro. Anzi, di più: il volto della dirigenza spallina può finalmente rilassarsi perché la SPAL non ha steccato il debutto in Serie A contro una delle squadre più in forma del campionato. Di seguito le impressioni del patron biancazzurro Simone Colombarini.

SIMONE COLOMBARINI
“Dovevamo dimostrare di essere in grado di tenere la Serie A e la partita di questa sera è un ottimo inizio. Quello che portiamo a casa è un punto meritato che ci dà consapevolezza nei nostri mezzi. Abbiamo sofferto, è vero, ma avevamo di fronte una squadra molto forte che nelle ultime uscite ha impressionato. In ogni caso la SPAL ha fatto una grande prestazione, tutti i giocatori hanno corso e hanno dato l’anima il punto è più che meritato. Più che dei singoli vorrei parlare della squadra, che ha dato prova di grande compattezza chiudendosi quando necessario e ripartendo in contropiede per provare a pungere. Gomis? È stato straordinario, tutte le volte che è stato chiamato in causa ha dato dimostrazione di essere all’altezza della situazione: è un grande portiere e sono contentissimo che giochi nella SPAL. Fino ad oggi sapevamo di avere sulla carta una squadra capace di giocarsi la salvezza, oggi ne abbiamo avuto una prima dimostrazione, con i fatti, sul campo. Calciomercato chiuso? Per il centrocampista stiamo seguendo due o tre piste, in ogni caso come avete visto chi dovevamo prendere l’abbiamo sempre preso, la rosa è comunque molto competitiva. Antenucci? Ha rinnovato poco tempo fa con noi, sono molto contento che dopo diverse valutazioni abbia deciso di rimanere nonostante le sirene provenienti da Empoli. Oggi salendo i gradoni dell’Olimpico ci siamo resi conto di essere veramente in Serie A: è stata una bella soddisfazione entrarci, ma ancora di più uscirci con un punto in tasca. I tifosi? Fantastici come al solito, non hanno mai smesso di farci sentire il loro incitamento: sono indispensabili perché solo andando avanti tutti insieme possiamo raggiungere i traguardi prefissati”.



Leaderboard Derby 2019