La conferenza stampa congiunta SPAL-amministrazione comunale è stata anche l’occasione per parlare delle novità presenti e future riguardanti il Paolo Mazza. Tra quelle legate alla più stretta attualità c’è senz’altro l’aggiornamento della capienza effettiva per quest’anno: non più 12.348 posti, bensì 13.020. Questo perché a lavori in corso ci si è resi conto che potevano essere ricavati quasi 700 posti in più, distribuiti su tutti i settori: 240 in gradinata, 130 in curva, un centinaio nel settore ospiti e il resto sparso per i tre blocchi di tribuna. Tutti posti che ovviamente verranno messi in vendita di volta in volta con biglietti singoli. E’ stato anche chiaro che per il maxischermo della gradinata bisognerà attendere ancora un po’.

Per quanto riguarda il “Mazza” del futuro, è stato confermato che il progetto per la stagione 2018-2019 prevede l’ulteriore aumento di capienza fino a 16mila posti, grazie al raccordo tra gradinata, curva est e tribuna bianca. Verrà rimodellata anche la curva Ovest, con una aggiunta laterale (corso Piave) che permetterà di ricavare 800 nuovi posti. Il raccordo sul lato est invece permetterà di collocare gli ospiti in uno spicchio d’angolo sul lato via Cassoli, con relative zone-cuscinetto per evitare problemi col pubblico di casa. La curva Est quindi diventerà settore casalingo e verrà ampliata fino a toccare l’attuale tribuna bianca. Allo stato attuale non è in programma la copertura della gradinata, ma l’ipotesi resta comunque sul tavolo (caldeggiata soprattutto dalla SPAL) e può prendere quota nel caso venissero trovate le adeguate coperture economiche.