La prima uscita stagionale del Kleb Basket Ferrara non è certo da ricordare e per forza di cose non entrerà negli annali: al Palasport di Loiano, tutto esaurito per l’occasione (900 spettatori circa)  la Virtus Bologna di Ramagli ha surclassato la Bondi 92-53, mettendo in bacheca il trofeo del “Memorial Perelli”. Ma non ci sarebbe potuto aspettare esito diverso, perché la truppa di Martelossi era piena zeppa di ragazzi della Vis 2008, mentre le Vu Nere possono contare su un roster di primissimo ordine.

Le gambe del Kleb, reduce da una settimana di intenso lavoro in ritiro, non girano a mille e la Segafredo, priva di Aradori impegnato con la Nazionale in vista degli Europei di basket che prenderanno il via giovedi 31 agosto, ne ha approfittato immediatamente, chiudendo il primo quarto in vantaggio 24-8. I bolognesi dominano sotto le plance: Slaughter e Lawson hanno fatto il bello e cattivo tempo, non lasciando respiro ai lunghi estensi. Poi Gentile e le triple di Umeh e Ndoja hanno fatto volare la squadra di Ramagli fino al +16.
Nel secondo quarto la musica non è cambiata, anzi: la Virtus ha allungato ulteriormente il vantaggio dopo i canestri di Lawson, Petrovic e Rosselli (10-34) al 10′. Quando Ferrara sembrava aver trovato inerzia in attacco con la giocata nel pitturato di Hall (8 punti a referto alla sirena) e la bomba di capitan Cortese, ci ha pensato Gentile a ricacciarla indietro. E dopo l’1/2 di Fantoni ai liberi la Virtus ha chiuso il primo tempi con un altro parziale devastante.

L’intervallo non ha raffreddato Alessandro Gentile, che al rientro sul parquet ha dominato pure nel secondo tempo. Ferrara soffre e deve fare a meno di Molinaro, che Martelossi è costretto a richiamare in panchina a causa del quarto fallo personale. Poi altre tre triple, due di Lawson e una di Lafayette. La Virtus ha sempre corso veloce, e non si è ma guardata indietro. Il terzo quarto l’ha chiuso Rush con un canestro da dietro l’arco dei 6,75. Ma i buoi son scappati dalla stalla. Gli ultimi 10′ sono serviti ai due coach per fare giocare i giovani. Sono quelli della Virtus ad aver fatto vedere le cose più interessanti: Petrovic (7 punti alla fine per lui) e Jurkatamm hanno trovato gloria in attacco. Altri 5 punti per Cortese (tripla e 2/2 ai liberi). Ma il quarto lo chiude ancora una volta Rush, a bersaglio da tre. Finisce 92-53 per Bologna.

BONDI BASKET KLEB FERRARA – SEGAFREDO VIRTUS BOLOGNA 53-92 (Parziali: 8-24; 16-49; 31-75; 53-92)

BONDI BASKET KLEB FERRARA: Drigo, Petronio, Mancini, Rush 14, Sorrentino, Hall 8, Fantoni 9, Molinaro 7, Cortese 10, Venuto 1, Kekovic, Brilli ne, Panni, Moreno 4. All. Martelossi.

SEGAFREDO VIRTUS BOLOGNA: A.Gentile 14, Jurkatamm 3, Umeh 15, Paiola ne, Petrovic 7, Ndoja 9, Rosselli 5, Lafayette 4, S.Gentile 8, Berti ne, Lawson 14, Slaughter 9. All. Ramagli.

 Arbitri: Filippini, Terranova, Tirozzi.

foto: Polisportiva Lojanese



Leaderboard Derby 2019