Il proposito dell’amichevole casalinga della Primavera della SPAL contro il Bassano (Serie C, girone B) era principalmente quello di ritrovare il ritmo partita dopo la sosta natalizia e dare un’occhiata ai nuovi innesti messi a disposizione di mister Cottafava, come Esposito (arrivato dall’Inter) e Russo (in prova, sempre dall’Inter). Il risultato di sicuro è stato tutt’altro che entusiasmante, con un 4-0 per i giallorossi che ha evidenziato il divario fisico, qualitativo e di esperienza tra i due organici.

Nella 4-3-1-2 di partenza mister Cottafava schiera subito due nuovi arrivi, entrambi provenienti dalla cantera dell’Inter: Salvatore Esposito, centrocampista, certo di vestire la maglia spallina, e Francesco Russo, esterno, ancora in prova ma vicino alla conferma. Fin dai primi minuti il match è a tinte giallorosse: il Bassano gestisce il possesso palla e colleziona occasioni da gol, mentre la SPAL subisce il gioco dei veneti, in attesa di ripartire. A punire i biancazzurri ci pensano prima Tronco al 9’, che dalla trequarti infila nel sette un gran tiro a giro, e poi Diop al 30’ sugli sviluppi di un calcio di punizione: Bortot crossa al bacio per la punta veneta, che raddoppia battendo Balboni con un colpo di testa. Il tris arriva al 44’ e lo firma il neo acquisto Zonta, che controlla un cross di Minesso nell’area spallina e segna con un tiro potente che finisce appena sotto la traversa. La SPAL centra lo specchio una sola volta al 28’: Parolin prova a soprendere Piras sul primo palo dopo un’azione personale, ma l’estremo difensore veneto reagisce e si rifugia in angolo. Nella ripresa mister Cottafava aggiusta il modulo con qualche cambio, mentre mister Colella fa partite subito il valzer delle sostituzioni e rivoluziona la formazione. Cambiano gli interpreti, ma non la musica: la SPAL non riesce a reagire e gli ospiti continuano a dominare la scena. Al 33’ Zonta restituisce il favore a Minesso e lo smarca nell’area ferrarese: il numero dieci giallorosso gonfia la rete a botta sicura e cala il poker definitivo. Dopo 3’ di recupero l’amichevole termina 4-0 per il Bassano.

Mister Cottafava interpreta così la prova dei suoi: “Considerando il valore dell’avversario, oggi ho visto parecchie note positive. A stonare è il risultato, ma la squadra mi è piaciuta specialmente nel primo tempo ed i ragazzi hanno fatto quello che ho chiesto durante gli allenamenti. Anche chi è entrato dopo ha fatto bene: c’è ancora tanto da lavorare, specie in fase di finalizzazione”. Puntuale il commento sui nuovi innesti: “Arrivano entrambi dall’Inter ed anche se era un po’ che non giocavano, oggi hanno messo in luce le loro qualità. Esposito lo conosco bene e ci darà una mano in mezzo al campo, anche Russo ha fatto la sua parte e vanta caratteristiche che al momento qui nessuno ha”.  Nel girone di ritorno si incendierà la lotta playoff, ma il mister non si scompone: “Il nostro primo obiettivo è quello di migliorarci e continuare la crescita. Dovremo recuperare posizioni in classifica e crescere sia come organico che a livello individuale: il miglioramento continuo e costante è il primo obiettivo che ci poniamo, e va di pari passo con la posizione in classifica”.

SPAL-BASSANO 0-4 (p.t. 0-3)

 SPAL (4-3-1-2): Balboni (dal 31’ s.t. Palermo); Boccafoglia (dal 21’ s.t. Scarparo), Cannistrà, Renato Barbosa, Artioli (dal 1’ s.t. Martina); Russo (dal 27’ s.t. Spaltro), Esposito, Ljubic (dal 31’ s.t. De Angelis); Parolin (dal 27’ s.t. Cantelli), Clement (dal 27’ s.t. Soverini), Gabriel Barbosa. A disp.: Aguiari. All.: Cottafava.

BASSANO (4-3-3): Piras (Dal 19’ Grandi); Bortot, Barison (dal 13’ s.t. Pasini), Bizzotto (dal 1’ s.t. Bonetto), Stevanin (dall’11’ s.t. Andreoni); Salvi, Botta (dal 13’ s.t. Bianchi), Zonta; Minesso, Diop (dal 1’ s.t. Fabbro), Tronco (dal 21’ s.t. Popovic). A disp.: Proia, Gashi, Bonetto. All.: Colella.
ARBITRO: sig. Liccardo di Ferrara; assistenti: Ferro di Ferrara e Gesmundo di Ferrara.
RETI: Tronco (B) al 9’ p.t, Diop (B) al 19’, Zonta (B) al 44’ p.t., Minesso (B) al 33′ s.t.
AMMONITI: Russo (S), Diop (B).
NOTE: campo in erba sintetica. Angoli: 2-12. Recupero: 0’ p.t., 3’ s.t.



Leaderboard Derby 2019