Nel giorno di SPAL-Inter, la Gazzetta dello Sport del 28 gennaio dedica una pagina intera a uno dei capitoli più belli dell’epoca d’oro biancazzurra, raccontando il successo del 1962 della SPAL di Paolo Mazza sui nerazzurri al tempo allenati dal “Mago” Herrera. Per rievocare quell’1-0 firmato da Mencacci, il collega Andrea Schianchi ha interpellato Oscar Massei, il leggendario capitano spallino arrivato in biancazzurro proprio dopo essere stato acquistato dall’Inter.

“… Massei non si curò di tante avversità, entrò in campo e, fedele al suo ruolo di condottiero, diede l’esempio. Sentiva di avere dietro di sé un esercito, una città intera: tutta Ferrara si era mobilitata per l’evento, la gente fremeva di passione e di entusiasmo, e quell’entusiasmo, come per incanto, si era trasferito in forma di coraggio nel corpo di Massei e dei suoi compagni”.

Eravamo una provinciale – racconta Massei a Schianchi – lottavamo su ogni pallone, cercavamo di giocare in velocità per sorprendere gli avversari: quello che i piccoli dovrebbero fare anche adesso. Quella partita fu un autentico capolavoro di tattica e coraggio. Quella vittoria era la dimostrazione che anche in provincia ci si potevano togliere delle soddisfazioni. Quindi dico forza SPAL!“.



Leaderboard Derby 2019